• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - E' Sansone show. Mazzarri stende Mourinho e Pogba

ITALIANS - E' Sansone show. Mazzarri stende Mourinho e Pogba

Le pagelle e i top/flop del fine settimana dei giocatori e allenatori italiani all'estero


GettyImages-607516526.jpg
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

20/09/2016 19:16

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Torna su Calciomercato.it l'appuntamento settimanale con Italians: ecco le pagelle dei giocatori e principali allenatori italiani all'estero e i top ed i flop dell'ultimo turno di campionato. Questa settimana al top Nicola Sansone col suo Villarreal. Benissimo anche Walter Mazzarri, Massimo Carrera e Salvatore Bocchetti. Flop Zaza e Ogbonna, male anche Conte.

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO

 

PREMIER LEAGUE


ANGELO OGBONNA (West Ham): 4 - Giornata sciagurata per il West Ham che perde 4-2 col Wba. Il difensore ex Juventus si rende protagonista di alcune topiche clamorose, tra cui quella che porta al raddoppio degli avversari. Inizio di stagione da brividi per lo stopper della Nazionale. 

SIMONE ZAZA (West Ham): 4 - Slaven Bilic lo schiera ancora al centro dell'attacco ma lui delude. Impalpabile e sostituito addirittura dopo soli 45' per lasciar spazio all'argentino Calleri. L'avventura di Zaza in Premier League, finora, è piuttosto deludente. 

NON HANNO GIOCATO: Matteo Darmian (Manchester United), Stefano Okaka (Watford), Vito Mannone (Sunderland), Fabio Borini (Sunderland).

DALLA PANCHINA:

ANTONIO CONTE (Chelsea): 5 - E' l'atteggiamento del suo Chelsea a stupire, perché una sconfitta con il Liverpool di Klopp ci può anche stare. La poca caparbietà (tranne il solito Diego Costa) e le amnesie difensive rendono i 'Blues' ancora lontani dai tipici standard dell'ex commissario tecnico. 

CLAUDIO RANIERI (Leicester): 6,5 - Ranieri fa rimangiare ai suoi detrattori ogni tipo di critica. Prima l'esordio vincente in Champions League e poi la pratica Burnley liquidata con un secco 3-0 (deciso dal nuovo acquisto Slimani). Pochi voli pindarici ma tanta concretezza, tipica dei 'Foxes' che hanno fatto l'impresa. 

FRANCESCO GUIDOLIN (Swansea): 5 - Altro manager italiano sulla graticola. Il suo Swansea perde lo scontro diretto col Southampton. 5 punti in 4 partite, una sola vittoria e un atteggiamento che non piace a tutti. L'ex Udinese si gioca molto nelle prossime partite. 

WALTER MAZZARRI (Watford): 7,5 - Non si può certo dire che il Manchester United di questo avvio di stagione sia imbattibile ma i valori in campo erano ben diversi e il gioco orchestrato da Mazzarri ha stritolato la tecnica patinata dei 'Red Devils' di Mourinho. Capoue, Zuniga e Deeney: forza e organizzazione. 


LIGUE 1

THIAGO MOTTA (Psg): 6 - Gioca 32' minuti sul velluto. Entra al posto di Matuidi con il risultato fisso sul 5-0 per il suo Psg. 

ANDREA RAGGI (Monaco): 6 - Ordinaria amministrazione per il veterano ex Empoli e Sampdoria, schierato a sinistra. Nel 3-0 con il Rennes si fa vedere in proiezione offensiva e si disimpegna bene nei pochi uno contro uno. 


NON HANNO GIOCATO: Mario Balotelli (Nizza), Marco Verratti (Psg), Morgan De Sanctis (Monaco).

 

BUNDESLIGA


GIULIO DONATI (Mainz): 6,5 - Protagonista in positivo nel 3-1 del suo Mainz in casa dell'Augsburg. Schierato a destra nella difesa a quattro difende con ordine e soprattutto è ispirato in progressione, mettendo lo zampino in molte delle azioni più pericolose. 

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 6 - Difficile uscire con una sufficienza da un 3-0 in trasferta ma Grifo ci riesce. Non è illuminato come al solito ma quando ha il pallone tra i piedi crea sempre pericoli alla difesa avversaria. Poco assistito dai compagni. 


NON HANNO GIOCATO: Gianluca Curci (Mainz), Luca Caldirola (Werder Brema).


DALLA PANCHINA

CARLO ANCELOTTI (Bayern Monaco): 6,5 - 7 pieno per la fase offensiva, insufficiente quella difensiva nel 3-1 contro il modesto Ingolstadt. Forse le scorie della pirotecnica vittoria in Champions League ma sarebbe potuto essere un risultato ben diverso se non fosse stato per la mira difettosa degli avversari. 


LIGA

SALVATORE SIRIGU (Siviglia): 6 - Partita scorbutica con poche vere occasioni da gol. Sul gol dell'Eibar (1-1 il finale) non è responsabile anche se poteva essere più reattivo in uscita. Comunque sufficiente nel difendere i pali di Sampaoli. 

ROBERTO SORIANO (Villarreal): 6,5 - Rispetto a Sansone è ovviamente meno appariscente ma altrettanto funzionale. Bene tra le linee, benissimo palla al piede in transizione e nel vedere spazi vuoti dove lanciare i compagni. Partita di buon livello per l'ex Sampdoria. 

NICOLA SANSONE (Villarreal): 8 - Straordinario a dir poco. L'ex Sassuolo decide di conquistare il 'Madrigal' e lo fa con una doppietta che stende la Real Sociedad. Tunnel a Rulli su assist di Soriano per l'1-0 ma il 2-0 è una gemma: addirittura da meta campo vedendo il portiere fuori dai pali. 

GIUSEPPE ROSSI (Celta Vigo): 6 - Gioca meno di mezz'ora e rischia di deciderla lui con un gran colpo di testa ben parato da Fernandez. Sta carburando dopo il gol allo Standard Liegi in Europa League. 

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): 6 - Non si vede per buona parte di gara, decidendo di giocare in copertura. Ma quando decide di partire serve l'assist per il 2-2 di Alex Alegria. Colpevolmente in ritardo in occasione del rigore causato (e poi parato) da Adan.

NON HANNO GIOCATO: Alessio Cerci (Atletico Madrid), Daniele Bonera (Villarreal), Alberto Brignoli (Leganés).

 

RESTO DEL MONDO


EZEQUIEL SCHELOTTO (Sporting CP): 5 - Disastroso nel ko dello Sporting in casa del Rio Ave. Il 3-1 avversario passa quasi interamente dalla sua fascia di competenza (quella di destra) dove difende male, con poca concentrazione. Spinge poco, qualche cross e poco più. Decisamente insufficiente. 

DOMENICO CRISCITO (Zenit): 6 - Schierato al centro della difesa dello Zenit da Mircea Lucescu, offre la solita gara concreta condita anche dalla rete su rigore (l'1-0 nel 4-1 finale al Rubin Kazan). Se vogliamo trovare un difetto: è poco grintoso nel contrasto in occasione della rete della bandiera di Jonathas. 

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): 7 - Sicuro e granitico nella vittoria esterna dello Spartak Mosca di Carrera in casa dell'Orenburg. Pericoloso sui calci piazzati, si prodiga in una serie di salvataggi efficaci e anche belli da vedere. Quando non è bravo è pure fortunato. Risultato? 3-1 per i suoi e primato in ghiaccio. 

CRISTIAN PASQUATO (Krylya Sovetov Samara): 5,5 - Delizioso l'assist per il momentaneo 1-1 del Samara contro la corazzata Cska Mosca. Pasquato mosta, come al solito, grandi idee ma non la necessaria continuità in un contesto di squadra che non lo aiuta particolarmente. 

LUCA MARRONE (Zulte Waregem): s.v - Entra solamente al 90' nella vittoria con il Kortrijk.

ANDREA PIRLO (New York City Fc): 6 - E' un Pirlo diverso, quello 'americano'. Meno mobile ma capace ancora di zampate di classe pura. Nel 2-2 con il Dallas regala qualche sprazzo della propria classe, facendo girare il centrocampo abbastanza velocemente. Oggi è la difesa a non funzionare. 

MARCO DONADEL (Montreal Impact): 5 - La sconfitta per 3-1 del Montreal Impact contro i New England Revolution mette in luce un Donadel piuttosto inefficace nel fare filtro a centrocampo. L'ex Fiorentina e Verona dimostra di essere in giornata no 'ringhiando' poco e sfilacciando il reparto. 

MATTEO MANCOSU (Montreal Impact): 5,5 - Difficile risollevare le sorti di una partita cominciata male solamente con mezz'ora a disposizione. Mancosu non ci riesce, servito poco e sbagliando alcuni movimenti per smarcarsi in profonodità. Da rivedere dal 1', ma con Drogba non sarà facile. 

GRAZIANO PELLE' (Shandong Luneng): s.v. -Entra all'88' della sfida persa dallo Shandong Luneng contro l'Henan Construction. 


NON HANNO GIOCATO: Nicola Leali (Olympiacos), Giandomenico Mesto (Panathinaikos), Sebastian Giovinco (Toronto Fc), Antonio Nocerino (Orlando City). 


DALLA PANCHINA:

MASSIMO CARRERA (Spartak Mosca): 7 - Altro voto alto per uno Spartak Mosca che continua a volare ed è in testa a +2 su Cska e +4 sullo Zenit. La squadra di Carrera crea tanto e a volte concede un po' troppo ma Bocchetti mette una pezza e la fortuna fa la propria parte. L'ex assistente di Conte è sempre più sorprendente. 

ANDREA STRAMACCIONI (Panathinaikos): 6,5 - Voto alto pure per Andrea Stramaccioni che guida la classifica del campionato greco insieme ad altre quattro squadra. Due vittorie in due gare (l'ultima è un 4-0 sul Pas Giannina) e la convinzione che il 'Pana' possa ambire a qualcosa di importante in questa stagione. 

 

ITALIANS: TOP E FLOP 3 ITALIANI ALL'ESTERO

TOP

NICOLA SANSONE (Villarreal): 8

WALTER MAZZARRI (Watford): 7,5

MASSIMO CARRERA (Spartak Mosca): 7

 

FLOP

ANTONIO CONTE (Chelsea): 5

ANGELO OGBONNA (West Ham): 4

SIMONE ZAZA (West Ham): 4




Commenta con Facebook