• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Calciomercato Palermo, ESCLUSIVO Simoni: "Fare il presidente? Non potrei dire no"

Calciomercato Palermo, ESCLUSIVO Simoni: "Fare il presidente? Non potrei dire no"

L'ex allenatore dell'Inter, a Calciomercato.it, parla del suo possibile futuro in Sicilia


Luigi Simoni © Getty Images
ESCLUSIVO
Giorgio Elia

10/03/2016 18:15

CALCIOMERCATO PALERMO ESCLUSIVO GIGI SIMONI / CREMONA - La stagione attuale in casa Palermo potrebbe essere ricordata non solo per i tanti cambi in panchina. Il campionato in corso potrebbe essere l'ultimo dell'era Maurizio Zamparini, anche a detta del numero uno rosanero. Il patron friulano si è infatti detto stanco e pronto a lasciare la presidenza del club. Tra i tanti nomi fatti per la sua successione trova posto anche quello di Luigi Simoni, attuale presidente della Cremonese. Lo stesso SimoniCalciomercato.it ha commentato così questa ipotesi inerente al suo futuro: "Contatti recenti con il presidente Zamparini non ce ne sono stati. Quando era presidente del Venezia mi aveva cercato più volte per allenare la sua squadra, mentre da numero uno del Palermo mi chiese di ricoprire il ruolo di direttore tecnico. Dopo averci pensato un po' decisi di prendere un'altra strada, prendendo la via di Cremona. Oggi guido la Cremonese e non so cosa averrà nel futuro, di certo il rapporto con Zamparini è ottimo. Certo è che se mi chiedessero l'anno prossimo di divenire il presidente di una squadra di serie A, come del resto lo è oggi il Palermo, potrei solo esserne felice perché sarebbe un ulteriore passo avanti nella mia carriera e non potrei dire di no".

Cosa rappresenta per lei il Palermo?

"Una piazza molto bella, nella quale mi sono sempre trovato bene quando sono andato da calciatore avversario. Ho sempre riflettuto sul fatto che mi sarebbe piaciuto nella mia carriera giocare in una squadra come quella rosanero, provare l'esperienza di vivere una realtà calcistica isolana. Purtroppo per me però non ne ho mai avuto la possibilità".




Commenta con Facebook