• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Juventus-Milan, Maldini: "Rossoneri in convalescenza"

Juventus-Milan, Maldini: "Rossoneri in convalescenza"

L'ex terzino ha parlato del momento della squadra di Mihajlovic


Paolo Maldini (Calciomercato.it)
Andrea Corti (@cortionline)

22/11/2015 11:09

JUVENTUS MILAN MALDINI / MILANO - Dopo un periodo più che positivo il Milan di Sinisa Mihajlovic è tornato ad assaporare l'amaro sapore della sconfitta nella tana della Juventus. Il gol di Dybala caratterizzerà le news Milan dei prossimi giorni: la squadra meneghina accantona per il momento i sogni di gloria e i tempi in cui dominava in Italia e in Europa sembrano lontani. Uno dei grandi protagonisti della grande squadra protagonista da fine anni 80 a qualche stagione fa è di sicuro Paolo Maldini: intervistato da 'Sky Sport', l'ex capitano rossonero ha detto la sua sul match di ieri sera analizzando anche il momento di Bacca e compagni: "Il Milan è una squadra in convalescenza. Viene da anni non belli e ci vuole tempo per tornare ad alti livelli. Mihajlovic è un tecnico importante ma ci vuole pazienza. Non conosco l'atmosfera attuale del Milan. Ci deve essere un'atmosfera vincente, quello ci ha fatto arrivare a successi incredibili. La tattica del fuorigioco si usa molto meno, ma rimane un'arma molto importante".

FUTURO - L'ex numero 3 della Nazionale italiana è poi tornato a parlare di un'ipotesi che farebbe piacere a moltissimi tifosi rossoneri: "Un mio ritorno al Milan? Non è una tappa obbligata. Di certo quel che rimarrà è il mio amore per questa squadra e quello che abbiamo fatto io e la mia famiglia, da mio padre fino ai miei figli: nessuno potrà mai cancellarlo".

JUVENTUS - Poi Maldini ha parlato anche della Juventus di Allegri, tornata a sperare in una stagione di alto livello dopo un avvio difficile dovuto anche ad alcune importanti cessioni sul calciomercato come quelle di Tevez, Pirlo e Vidal: "La Juve non è quella degli anni scorsi ma è sempre la squadra più forte d'Italia e ho sempre pensato che potesse rientrare in corsa per lo scudetto".




Commenta con Facebook