• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-UDINESE

Fra i padroni di casa bene Perotti, interessanti Bergdich e Tino Costa. Gli ospiti ringraziano il solito Thereau e un ottimo Kone


Cyril Thereau ©Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

04/04/2015 17:00

ECCO LE PAGELLE DI GENOA-UDINESE:

 

GENOA 

Lamanna 6 - Al pronti-via risponde subito presente, chiudendo lo specchio a Perica lanciato a rete. Poche responsabilità sul gol avversario, in linea di massima non fa rimpiangere Perin. 

Roncaglia 6 - Soliti limiti e soliti pregi. Molto agonistico e sempre ruvido nelle chiusure, alcuni movimenti individuali rischiano di mettere in difficoltà i compagni, che sono costretti a squilibrare l'accorto assetto difensivo di Gasperini. 

Burdisso 6 - Guida la difesa col solito piglio, qualche responsabilità sul gol di Thereau, seppur condivisa con tutto l'asse mancino di difesa. 

De Maio 6 - Se in fase difensiva concede qualcosa agli avversari, davanti alla porta è il più pericoloso dei suoi: oltre al gol, propizia un'altra azione pericolosissima dove Karnezis deve fare gli straordinari. 

Edenilson 6 - Doppio lavoro sulla destra, ottimo sul piano squisitamente tattico contro la squadra che detiene il suo cartellino e che probabilmente visto il buon campionato che sta disputando lo riporterà alla base quest'estate. Dal 73′ Kucka s.v.

Rincon 6 - Il suo lo fa sempre, prende tante botte ma soprattutto ne dà parecchie. Scontri a spade sguainate che lo vedono spesso a terra, lui come chi gli passa davanti. 

Tino Costa 6,5 - C'era grande curiosità per quest'acquisto invernale di Preziosi, calciatore di gran nome che però ha qualche problema fisico di troppo. Oggi dimostra che a ritmi bassi ha pochi rivali, un gran piede e una visione di gioco da top player, poi però il livello agonistico sale e lui va un po' in apnea. Mette in tabellino l'assist per il gol di De Maio. 

Bergdich 6,5 - Esterno a tutto campo molto tecnico e bravo nel dribbling, in fase difensiva lascia un po' a desiderare ma quando affonda riesce sempre a creare superiorità numerica. Da tenere d'occhio. 

Iago Falque 5,5 - Bravo a smistare il pallone anche se a volte è un po' troppo lezioso. Ha giocato gare migliori. Dall'86′ Lestienne s.v.

Borriello 6 - L'uomo più atteso oggi era lui, chiamato a far urlare di nuovo Marassi dopo tanto tempo. Non ci riesce, ma comunque si batte come un forsennato ed esce dal campo con la maglia zuppa di sudore. Se la curva lo ama è anche per questo motivo. Dal 76' Niang s.v.

Perotti 6,5 - Sa sempre cosa fare quando ha il pallone fra i piedi, non lo butta mai e anzi crea spesso occasioni pericolose per la squadra. L'uomo più talentuoso a disposizione di Gasperini, lo dimostra anche oggi. 

All. Gasperini 5,5 - Non è un gran momento per il Genoa e si vede anche oggi contro un'Udinese solida ma tutt'altro che irresistibile. Il gol arriva dopo un mischione in area, poi la squadra tira un po' i remi in barca e finisce per prendere il gol del pareggio senza riuscire più a riprendersi. Una partita che rispecchia la stagione genoana: dopo un grande avvio adesso la zona Europa e i cugini doriani sono sempre più lontani. 


UDINESE 

Karnezis 6,5 - Un paio di ottime parate dopo il gol del Genoa tengono bloccato il passivo e lanciano l'Udinese verso il pareggio. Bene così. 

Piris 6 -  Una sola disattenzione che però stava mandando in rete Perotti per il 2-0, per il resto conferma i progressi in termini di attenzione e cattiveria agonistica visti negli ultimi mesi. In crescita. 

Heurtaux 6 - Sul calcio piazzato che vede il gol di De Maio è coinvolto come tutto il reparto arretrato, poi si fa male ed è costretto ad uscire. Un'altra tegola per Stramaccioni. Dal 57′ Allan 6,5 - Ingresso preziosissimo, crea superiorità numerica in mezzo al campo e contribuisce all'assedio che porta poi al pareggio dei suoi. Insostituibile. 

Wague 6 - Pian piano questo centralone francese si sta ritagliando sempre più spazio nelle gerarchie bianconere. Trova anche oggi una maglia da titolare per la squalifica di Danilo e regala una prestazione di spessore, pur macchiata dalla disattenzione su De Maio. 

Widmer 6,5 - Anche in questa posizione ibrida, un po' fluidificante e un po' interno di centrocampo, lo svizzero si dimostra molto propositivo nella costruzione, servendo buoni palloni a chi gli è davanti. Anzi, forse sgravato da troppi compiti difensivi riesce a rendere anche di più.

Pinzi 6 - Tanto cuore non basta nel primo tempo, quando in mezzo al campo prevale nettamente il Genoa, poi nella ripresa entra Allan e le cose cambiano radicalmente anche per lui. 

Guilherme 6 - Sempre essenziale, sempre molto utile nel dare equilibrio alla squadra, è anche per merito suo se l'Udinese non perde mai la bussola anche quando è in svantaggio. 

Gabriel Silva 5,5 - Il brasiliano è arrivato quasi due anni fa con il compito di prendere l'eredità di Armero e invece continua a limitarsi soltanto al compitino, senza mai strafare. 

Thereau 6,5 - Non si vede tantissimo, poi però arriva il pallone giusto e lo mette dentro con semplicità disarmante, come se stesse timbrando il cartellino. E' proprio questo che lo rende così importante ovunque vada. 

Kone 6,5 - Fra i più propositivi il greco, che costruisce bene il gioco sulla trequarti andando a servire più volte nello spazio Perica, poi sfiora il gol con una magia delle sue. Se fosse entrata sarebbe stato un gran gol. Dal 68′ Badu 6 - Contribuisce a far filtro in mezzo al campo quando il Genoa riprende a premere alla ricerca del vantaggio. 

Perica 5,5 - Inizia benissimo il giovanissimo croato, che si costruisce un paio di palle gol interessanti ma poi si perde in sè stesso e non riesce più ad incidere. Nella ripresa è assolutamente impalpabile. Dal 74′ Di Natale s.v.

All. Stramaccioni 6,5 - La sua squadra è solida e molto duttile tatticamente, si adatta all'avversario e lo studia fino a quando non riesce a trovare il momento giusto per affondare. Ce la fa anche oggi, guadagnando il pareggio dopo aver rosicchiato spazio agli avversari metro dopo metro. 

Arbitro: Pier Paolo Mazzoleni 5,5 - Partita sostanzialmente tranquilla e corretta. Unico episodio da moviola, il gol annullato a Bergdich per un fallo di Borriello su Widmer: i replay lasciano più di qualche dubbio.

 

TABELLINO 

GENOA-UDINESE 1-1

Genoa (3-4-3): Lamanna; Roncaglia, De Maio, Burdisso; Edenílson (Dal 73′ Kucka), Rincón, Tino Costa, Bergdich; Iago Falqué (Dall'86′ Lestienne), Borriello (Dal 76' Niang), Perotti. A disp.: Sommariva, Prisco, També, Izzo, Marchese, Pavoletti, Mandragora, Laxalt. All.: Gasperini.

Udinese (3-4-2-1): Karnezis; Piris, Wague, Heurtaux (Dal 57′ Allan); Widmer, Pinzi, Guilherme, Gabriel Silva; Théréau, Kone (Dal 68′ Badu); Perica (Dal 74′ Di Natale). A disp.: Scuffet, Meret, Bubnjić, Bruno Fernandes, Geijo, Hallberg, Pasquale, Zapata, Aguirre. All.: Stramaccioni.

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.

Marcatori: 19′ De Maio (G), 67′ Théréau (U).

Ammoniti: 61′ Tino Costa, 78′ Rincón (G); 17′ Pinzi, 48′ Guilherme (U).




Commenta con Facebook