• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Calciomercato Milan, da Robinho a Douglas Costa: le trattative rossonere bloccate

Calciomercato Milan, da Robinho a Douglas Costa: le trattative rossonere bloccate

Il club di via Aldo Rossi è ancora costretto ad attendere sviluppi per iniziare il suo mercato


Robinho (Getty Images)

26/07/2014 14:11

CALCIOMERCATO MILAN ROBINHO DOUGLAS COSTA GALLIANI INZAGHI / MILANO - La sconfitta contro l'Olympiacos e le trattative ancora in stand-by non lasciano tranquilli i tifosi e nemmeno il nuovo allenatore Filippo Inzaghi e l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani. Lo riporta 'Tuttosport', spiegando come nonostante Inzaghi predichi ottimismo, sarebbe preoccupato per i mancati rinforzi del calciomercato Milan.

CRISCITO E ROMULO - I primi campanelli di allarme per il mercato Milan riguardano senza dubbio il pacchetto arretrato. Dopo l'arrivo di Alex e Rami, infatti, il club rossonero non è riuscito a sbloccare le trattative relative a Domenico Criscito che, seppur abbia manifestato la volontà di tornare in Italia, è stato blindato dallo Zenit e Romulo, sempre più vicino al suo approdo alla Juventus. Due occasioni perse che potrebbero portare ripercussioni nel corso della stagione.

ITURBE, CERCI, DOUGLAS COSTA - Juan Manuel Iturbe è stato per diverse settimane il nome più caldo del calciomercato. Anche il Milan aveva provato ad ingaggiare il talento argentino su richiesta di Inzaghi, ma la Roma è riuscita ad avere la meglio per l'esterno. Alessio Cerci, Douglas Costa e Joel Campbell sono i nuovi obiettivi rossoneri, ma nessuno di essi sembra molto vicino al Milan, a causa delle alte valutazioni dei rispettivi cartellini e della cessione di Robinho tuttora non formalizzata.

Un momento difficile per il nuovo corso rossonero, che potrebbe contribuire a demoralizzare la piazza e far crollare il coinvolgente entusiasmo di Filippo Inzaghi per la nuova stagione. Serve una svolta, che potrebbe arrivare da una cessione illustre, come quella di Mario Balotelli, o da una rinnovata intenzione di investire da parte del presidente Silvio Berlusconi. Quest'ultima un'ipotesi sempre più remota considerando i bilanci in passivo del club e l'intenzione della proprietà di puntare su una rosa di giovani da lanciare.




Commenta con Facebook