• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > LA TATTICA DEL MERCATO: Roma, si insiste per Basta

LA TATTICA DEL MERCATO: Roma, si insiste per Basta

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato


Dusan Basta (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

24/04/2013 15:17

 

CALCIO TATTICA CALCIOMERCATO ROMA UDINESE BASTA SABATINI ANDREAZZOLI / ROMA - E' ormai qualche anno che la Roma paga dazio in campionato per la mancanza di giocatori di spessore sulle fasce laterali. Nella scorsa stagione furono Rosi e Josè Angel a fallire, mentre nel campionato in corso Piris non ha mai convinto e Balzaretti ha deluso molto. Gli esperimenti con Marquinho e la giovanissima età di Dodò hanno spinto Walter Sabatini a sondare il mercato in cerca di giocatori affidabili. A gennaio è arrivato Torosidis e per giugno sono aperte diverse piste, una delle quali porta al 27enne Dusan Basta, attualmente in forza all'Udinese.

BIOGRAFIA - Dusan Basta nasce a Belgrado, in Serbia, il 18 agosto del 1984. Sin da giovanissimo entra nel vivaio della gloriosa Stella Rossa, una delle società più blasonate dell'Europa orientale. Basta esordisce tra i professionisti a 18 anni nel 2002/2003 e rimane in Serbia (compreso un anno in prestito al Jedintsvo Ub) fino al giugno del 2008 collezionando 122 presenze e 5 reti con la Stella Rossa e vincendo 4 campionati e 4 coppe nazionali. In quell'estate arriva la chiamata dall'Italia, dove è l'Udinese ad ingaggiare il ragazzo di Belgrado. Nel gennaio 2009 Basta passa in prestito al Lecce dove colleziona qualche presenza prima di tornare in Friuli in estate. Il 2009/2010 ed il 2010/2011 sono annate molto sfortunate in cui il giocatore serbo patisce una serie infinita di infortuni. Nel 2011/2012 arriva la svolta sotto Francesco Guidolin grazie ad una tenuta fisica maggiore. Basta disputa una stagione memorabile ma nel 2012/2013 gli infortuni ne fermano ancora l'ascesa. L'ex Stella Rossa può contare due europei under-21 disputati con la nazionale della Serbia (nel 2006 e nel 2007) ed il mondiale 2006 vissuto da riserva. Con la nazionale maggiore ha esordito nel 2005 sotto la guida di Ilija Petkovic e finora ha collezionato 9 presenze ed 1 rete.

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE - Dusan Basta è uno dei giocatori di fascia destra più affidabili del nostro campionato. Alto 1,84 per 75 kg, fisico asciutto e longilineo, destro naturale. Basta è un giocatore dalle buone caratteristiche fisiche (ha velocità e cambio di ritmo) e dotato di una tecnica individuale davvero notevole. Può ricoprire il ruolo di terzino di una difesa a 4 ma il meglio di se lo da come tornante in un centrocampo a 5. Molto bravo a percorrere tutta la fascia, è abilissimo nel superare l'uomo per servire assist ai compagni. Oltre a queste caratteristiche Basta è molto bravo negli inserimenti, accentrandosi e liberando il tiro con un piede davvero educato oppure svettando di testa, fondamentale nel quale eccelle. Dal punto di vista tattico è un giocatore molto affidabile e disciplinato. E' anche esperto, avendo giocato diverse partite a livello internazionale. La tenuta fisica è però il suo tallone d'Achille e non è da sottovalutare visto l'impatto che ha avuto nello sviluppo della sua carriera.

E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA ROMA? - Dusan Basta sarebbe un acquisto molto importante da parte della Roma, chiunque sia l'allenatore della prossima stagione. Il serbo infatti può giostrare indifferentemente sulla destra sia da terzino in una difesa a quattro che da tornante in un centrocampo a cinque garantendo affidabilità e costanza nel rendimento e duttilità tattica. Inoltre porterebbe con se una buona dote di esperienza in una rosa che è composta da un mix di senatori e giovani promesse. L'unico interrogativo riguarda la condizione fisica che, durante l'arco di tutta la carriera, ne ha minato la consacrazione a livelli ancora più alti. Ma avendo già Torosidis (che è più affidabile dal punto di vista degli infortuni) si andrebbe a creare una positiva abbondanza che permetterebbe di gestire e dosare le forze dell'uno e dell'altro.

 

 




Commenta con Facebook