Juventus-Milan, da Donnarumma a Demiral | Gli intrecci di mercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:50

Da Donnarumma a Demiral e Romagnoli, gli intrecci di mercato tra Juventus e Milan in vista del big match di domenica sera

JuventusMilan è la partita più attesa della 35a giornata di Serie A. Allo ‘Stadium’, domenica sera, le due storiche società del nostro calcio si sfideranno per un posto in Champions League. Attualmente, la classifica le vede a pari merito con l’Atalanta a quota 69 punti ma il Napoli, battendo lo Spezia sabato pomeriggio, avrà la ghiotta occasione di scavalcarle. Per entrambe le società, la sfida sarà un’occasione per vedere da vicino alcuni obiettivi. Calciomercato.it fa il quadro degli affari sull’asse Milano-Torino: da Donnarumma e Romagnoli a Demiral e Bernardeschi, i colpi e i possibili scambi di calciomercato tra Juventus e Milan.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Fantacalcio, consigli e probabili formazioni della trentacinquesima giornata

Calciomercato Juventus e Milan, le ultime da Donnarumma a Demiral

Donnarumma Milan Juve
Gianluigi Donnarumma © Getty Images

LEGGI ANCHE >>> Serie A, ecco l’arbitro di Juventus- Milan | Tutte le designazioni del 35° turno

Ormai da tempo, il Milan è in trattativa con Donnarumma per il rinnovo del contratto. La richiesta del giocatore si aggira sui 12 milioni di euro a stagione, di 8 milioni è invece l’offerta rossonera. Il portiere classe 1999 piace da tempo alla Juventus, che ha sondato il terreno in Premier League per cedere Szczesny. I bianconeri sono infatti ingolositi dalla possibilità di prelevarlo a parametro zero data la scadenza dell’attuale accordo fissata a fine giugno. Dietro il ritardo nella trattativa per il rinnovo può dunque nascondersi l’ombra juventina. ‘Gigio’ piace anche alle migliori società europee, tra le quali spiccano Real Madrid, Manchester United e PSG.


Tra i giocatori milanisti graditi dalla Juventus figura altresì Romagnoli, reduce da alcune prestazioni altalenanti. Per lui si è parlato di un possibile scambio con Bernardeschi, che garantirebbe succose plusvalenze ma non convince ancora i rossoneri, considerato l’elevato ingaggio dell’esterno offensivo (circa 4 milioni di euro a stagione). Chi piace da anni al Milan è invece Demiral, in uscita dalla Juventus, con ingaggio alla portata (circa 1,8 milioni a stagione), ma con una valutazione di 40 milioni di euro ben superiore a quella del centrale rossonero, valutato tra i 25 e i 30 milioni.

Come anticipato da Calciomercato.it, inoltre, la Juve osserva con attenzione anche la trattativa per il rinnovo di Calhanoglu. Il talento turco è in scadenza a fine giugno: la richiesta per il nuovo contratto è di 4,5 milioni di euro a stagione mentre la proposta si attesta sui 3,5 milioni. Paratici, che segue anche Leao, potrebbe affondare il colpo solo in caso di cessione di Ramsey o di Rabiot

Calciomercato, da Vlahovic a Scamacca: gli obiettivi di Juve e Milan

Fiorentina Juventus Vlahovic
Dusan Vlahovic ©Getty Images

LEGGI ANCHE >>> Juventus, l’ex Borriello va all’attacco | Mirino puntato su Pirlo e Ronaldo

Sia Milan che Juventus sono alla ricerca di nuovi rinforzi per l’attacco. A entrambe le società piace Scamacca, attaccante classe 1999 di proprietà del Sassuolo. Dopo la buona stagione al Genoa (11 gol in 27 presenze), per lui potrebbero aprirsi le porte del grande calcio oppure quelle dei neroverdi, propensi a farlo crescere nel quieto ambiente modenese. Vlahovic è tra i nomi caldi graditi sia da Maldini che da Paratici, ma la volontà già ribadita da Commisso è quella di blindarlo col rinnovo. Autore di 19 gol in 33 presenze di campionato, il serbo è valutato circa 60 milioni di euro e piace molto anche al Real Madrid.

Tra gli obiettivi comuni, infine, ci sono anche Rodrigo De Paul e Khvicha Kvaratskhelia. Ieri ha fatto rumore la presenza dell’argentino a Milano: su di lui ci sono infatti Inter, Milan e Juve, ma per strapparlo ai friulani servono almeno 35-40 milioni di euro. Kvaratskhelia sarebbe invece stato bloccato da Paratici: l’accordo è legato alla qualificazione alla prossima Champions, il club di Agnelli metterebbe sul piatto la clausola da poco più di 20 milioni di euro per strapparlo al Rubin Kazan.