Da Conceicao o Conte a Zirkzee: nasce il Milan 2024-2025

Come sarà il Milan 2024-2025? Dall’arrivo del nuovo allenatore, all’ipotesi di Zirkzee come attaccante: scopri i primi nomi accostati al club rossonero per la prossima stagione 

E’ stata una stagione particolare quella che ha vissuto il Milan, che chiuderà il suo campionato al secondo posto e con una qualificazione tranquilla in Champions League. Più tormentato il percorso nelle coppe, con l’eliminazione ai gironi di Champions contro squadre di ferro, quella dall’Europa League per mano della Roma e quella dalla Coppa Italia prematuramente.

Il Milan del futuro
Il Milan 2024-2025 (Calciomercato.it)

Un sali-scendi di emozioni che ha portato a diverse lamentele della piazza nei confronti di Stefano Pioli, accusato di non aver mai lottato concretamente per lo Scudetto, consegnato matematicamente ai cugini dell’Inter nell’ennesimo derby perso, e di essersi fatto circondare da preparatori atletici non all’altezza di una rosa che, specialmente ad inizio campionato, ha sofferto di un numero smisurato di infortuni.

Le ultime partite di questo campionato serviranno solamente a lasciare un buon ricordo alla piazza, già pronta a voltare pagina. Per Calciomercato.it, nell’ormai consueta rubrica iniziata nelle scorse settimane e che ha visto l’analisi di Atalanta, Bologna, Juventus e Roma, siamo ora pronti ad ipotizzare il futuro del Milan 2024-2025.

Futuro allenatore Milan

Come sempre, il nostro focus si baserà su 3 aspetti principali ed il primo è legato al futuro della panchina. L’avventura di Stefano Pioli è arrivata al termine e le prossime saranno settimane cruciali per capire chi farà da guida tecnica della squadra. I due nomi in pole sono stati a lungo quelli di Sergio Coinceçao e di Paulo Fonseca. Nelle ultime ore, però, è tornato a farsi prepotente il profilo di Antonio Conte. Secondo quanto riferito anche sulle pagine di Calciomercato.it, tra oggi e domani sarebbe previsto un incontro con i suoi agenti. In via Aldo Rossi hanno capito che c’è bisogno di una scossa per battere il Napoli. I tifosi sognano il tecnico leccese, ma non sarà facile chiudere l’accordo.

Il budget sul mercato

La certezza del Milan è l’incasso dei 18,62 milioni di euro per l’approdo alla prossima Champions League. Un bottino importante, che potrà aiutare i rossoneri a muoversi meglio sul mercato. E’ previsto, inoltre, un grande addio particolarmente remunerativo, che potrebbe portare ad un reinvestimento da parte della società.

La futura rosa

Nei precedenti appuntamenti della nostra rubrica, abbiamo sottolineato come sia particolarmente difficile ipotizzare una rosa del futuro ai primi di maggio, con ben 3 mesi di calciomercato davanti, ma tra conferme, scadenze, possibili addii e rumors possiamo sicuramente fare delle prime ipotesi su come sarà strutturata la squadra nella prossima stagione.

Il Milan più comune visto in questa stagione è sceso in campo con un 4-2-3-1 e ha visto protagonisti Maignan; Calabria, Gabbia, Tomori, Theo Hernanez; Bennacer, Reijnders; Pulisic, Loftus-Cheek, Leao e Giroud. Sono poi spesso scesi in campo anche Thiaw, Musah, Chukwueze, Florenzi, Adli, Okafor, Jovic e Sportiello.

Theo Hernandez terzino Milan
Theo Hernandez, futuro in bilico (LaPresse) – Calciomercato.it

Tra questi, in scadenza c’è Olivier Giroud, che lascerà al 100% il Milan a fine stagione. Scadrà il contratto nel 2024 anche a Caldara, in uscita, Kjaer, anche lui sicuramente ai saluti, e Mirante. Più in dubbio il destino di Luka Jovic, su cui i rossoneri hanno la possibilità di esercitare l’opzione per un rinnovo per i prossimi 3 anni. L’attaccante ha realizzato 9 gol e non si esclude una sua permanenza come gregario.

La grande cessione, di cui parlavamo prima, potrebbe riguardare uno tra Maignan e Theo Hernandez. Entrambi hanno un contratto in scadenza nel 2026 e sono a caccia di un rinnovo con condizioni complicate. Soprattutto per il terzino potrebbe trattarsi dell’ultima stagione in rossonero. Diversi anche i ritorni, come quelli di Ballo-Touré, Maldini, Romero e Origi, mentre la situazione appare più rosea per Saelemaekers, per cui il Bologna potrebbe versare 10 milioni di riscatto, e De Ketelaere, che quasi sicuramente verrà riscattato dall’Atalanta per 22 milioni di euro più 2 di bonus.

E in entrata? I primi nomi circolati sono chiaramente delle ipotesi, in difesa è stato fatto quello di Buongiorno, che piace però anche a Inter, Napoli e a mezza Europa. A centrocampo, come mediano, si è ipotizzato Fofana del Monaco, mentre, nelle ultime ore, anche Spinazzola in uscita dalla Roma è stato accostato al Milan per la fascia sinistra, magari come riserva. In attacco il profilo più caldo resta quello di Zirkzee, ma anche in questo caso la concorrenza è agguerritissima, mentre starebbe scemando l’ipotesi Sesko.

Impostazioni privacy