Calciomercato Milan, Inter e Juve | Pioli, Conte e Pirlo chiedono cinque acquisti per lo scudetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02
Milan Juve Inter calciomercato scudetto
Pioli-Conte-Pirlo (Getty Images)

Mai come in questa stagione la lotta scudetto è davvero apertissima. Dopo 12 giornate il Milan è protagonista al pari di Juventus e Inter ma ci sono anche Napoli e Roma

Ancora due partite di Serie A e il 2020 andrà finalmente in archivio. Un 2020 più concentrato del solito per via dell’emergenza coronavirus che sta vedendo un Milan protagonista, oltre le attese. C’è in alto, come era ovvio, anche la Juventus di Pirlo, che non riesce, però, ad ingranare anche per via di un Cristiano Ronaldo più appannato del solito. Chi ha iniziato a marciare per bene nelle ultime partite, in campionato, è invece l‘Inter di Antonio Conte, che è riuscita a portarsi ad un punto dai rossoneri e a mettersi alle spalle l’eliminazione dalla Champions League.
Il 2020 si chiuderà quasi certamente con ben 5 cinque squadre – le tre sopra citate più Roma e Napoli – davvero vicine.

Difficile ad oggi capire chi riuscirà a lottare fino al termine della stagione per lo scudetto. Molto del futuro di Milan, Juventus, Inter ma anche di Napoli e Roma dipenderà dal mercato che sapranno capaci di fare.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE

Milan, la coperta adesso è corta

milan parma formazione ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

La squadra di Stefano Pioli è reduce da due pareggi per 2 a 2, contro Parma e Genoa, arrivati in maniera differente ma che certificano che qualcosa non sta andando per il verso giusto.
Il Milan si sta dimostrando di essere una realtà, nonostante l’assenza prolungata di Zlatan Ibrahimovic, che si è fermato, a Napoli per un infortunio muscolare, per la seconda volta in stagione. Per lottare fino alla fine però serve l’intervento di Elliott: l’infortunio dello svedese ma soprattutto quello dei difensori hanno portato alla luce delle lacune, che devono essere colmate. La priorità resta chiaramente il centrale: senza Kjaer e Gabbia, Pioli è stato costretto a presentarsi con il giovanissimo Kalulu titolare. I nomi in cima alla lista continuano ad essere quelli di Kabak e Simakan, giovani ma già con una grande esperienza per essere gettati subito nella mischia. Oltre ad un difensore, però, al Milan servirebbe anche un centravanti che possa sostituire Ibrahimovic quando è assente. La società non sembra orientata ad acquistare un nuovo attaccante ma le difficoltà di Leao e Rebic, mostrate anche ieri, di agire come terminale offensivo potrebbero far cambiare idea.

LEGGI ANCHE >>> Milan, pesa l’assenza di Ibrahimovic | Numeri impietosi per l’attacco

Calciomercato Inter, un nuovo centrocampista per Conte

Cagliari-Inter Eriksen
Eriksen (Getty Images)

L’Inter di Conte ha certamente una squadra più pronta e completa dei cugini. E’ innegabile che la profondità della rosa dei nerazzurri sta facendo la differenza proprio adesso quando inevitabilmente sta venendo fuori la stanchezza. I problemi in casa Inter sono certamente altri: bisognerà trovare una sistemazione ad Eriksen, sempre più fuori dal progetto, e a Nainggolan per mettere a disposizione di Conte un centrocampista più consono alla sua idea di calcio, come può essere de Paul, cresciuto tantissimo da quando sulla panchina dell’Udinese siede Gotti ma per il quale la famiglia Pozzo continua a chiedere 35 milioni di euro. Le condizioni precarie di Sanchez e un Pinamonti non ritenuto ancora pronto spingono il club a guardarsi attorno anche alla ricerca di un centravanti che possa dare il cambio a Lukaku. Si cerca un profilo low cost ma si attendono novità dal Napoli, in merito al futuro di Milik. Per l’acquisto di un nuovo attaccante serve ovviamente dar via in prestito l’ex Genoa e vendere Perisic. L’Inter, però, appare comunque essere la squadra più pronta per conquistare lo scudetto.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, da Perisic a Eriksen: pretendenti e sostituti, ecco il piano

Juventus, Pirlo sogna Pogba

paul pogba juventus dybala
Paul Pogba (Getty Images)

La rosa migliore in Serie A, oltre a quella nerazzurra, è certamente in mano ad Andrea Pirlo. La sua Juventus, però, ha faticato ad ingranare soprattutto in assenza del suo uomo migliore, Cristiano Ronaldo. Quando il portoghese non c’è – o si prende una giornata di pausa come ieri – vincere per i bianconeri risulta quasi impossibile. La squadra del presidente Agnelli lotterà comunque fino alla fine per lo scudetto ma la Champions porterà via tante energie e proprio per questo servono forze nuove, soprattutto in attacco. Serve una vera punta che riesca a fare sentire il proprio peso in area di rigore. Bisognerà riuscire a recuperare Dybala: la situazione rinnovo resta spinosa ma va trovata una soluzione, in un modo o nell’altro; il solo Morata non può bastare. Andrea Pirlo, poi, accoglierebbe a braccia aperte anche un centrocampista: l’ex Milan necessita di qualità in mezzo al campo e il nome di Pogba è tornato a scaldare i cuori dei tifosi.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Atalanta, ESCLUSIVO Lo Monaco: “Gomez vicino all’Inter. Da matti cedere Dybala”

Roma e Napoli, Fonseca e Gattuso possono sognare

Roma-Napoli
Roma-Napoli (Getty Images)

Con la vittoria contro il Torino, la Roma ha l’occasione di agganciare la Juve al terzo posto. Un’occasione d’oro che dimostra, che ad oggi, il campionato è ancora davvero apertissimo. Dalla lotta scudetto non puoi tirar fuori nemmeno il Napoli. E’ la classifica a dirlo. Sia Fonseca che Gattuso, poi, hanno a disposizione due rose (soprattutto quella azzurra), che di certo non hanno nulla da invidiare al Milan. Gennaio però deve essere prolifico per entrambi: guardando in casa giallorossa il tecnico portoghese accoglierebbe ben volentieri un nuovo terzino destro, che dia più garanzie di Karsdorp, Santon e Bruno Peres ma soprattutto un attaccante/trequartista che possa dare il cambio a Pedro e Mkhitaryan e il nome di El Shaarawy potrebbe tornare ad essere spendibile.

La rosa in mano a Gattuso, invece, appare decisamente più completa ma andranno sciolti diversi nodi legati ai calciatori in scadenza di contratto, che potrebbero privare gli azzurri di alcune pedine. Oltre a Milik, infatti, andrà risolta al più presto anche la situazione legata, ad esempio, a Maksimovic.