Roma, gennaio di fuoco: da Grillitsch ad Aarons e Mayoral, tutte le operazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

La prima parte di stagione di Mourinho si è chiusa senza squilli, ora dovrà entrare in azione Pinto: da Mayoral a Villar, da Grillitsch ad Aarons

Dopo l’exploit di Bergamo, la Roma è tornata subito sulla terra con la “bruttissima” partita giocata contro la Sampdoria che ha fatto chiudere il girone di andata a Mourinho con 32 punti, a -6 dal quarto posto. La situazione è tutt’altro che ‘special’, soprattutto paragonata agli ultimi dodici campionati: solo Luis Enrique e Di Francesco hanno chiuso con meno punti il girone di andata. Ancora una volta Mourinho ha chiesto rinforzi sul calciomercato, lo ha fatto per tutto il campionato.

tiago pinto mourinho calciomercato roma
Pinto e Mourinho © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, gioca poco in Spagna: colpo Mourinho da Madrid

Ora starà a Pinto, gennaio dovrà essere il suo mese. Di lavoro ce n’è, in entrata come in uscita, i due flussi sono strettamente collegati e connessi, di nomi ne sono circolati parecchi e dalla lista ne dovranno uscire sostanzialmente due. Un centrocampista e un terzino destro, almeno. Anche se Tiago Pinto nel pre di Roma-Sampdoria ha sottolineato che il 90% dei calciatori accostati ai giallorossi in in queste settimane non sono veritieri. Di contatti, in realtà, se ne sono registrati parecchi, tutti giocatori che però fanno gola anche a molte altre squadre importanti. Il primo obiettivo, ma più che altro quasi un sogno, è sempre stato Denis Zakaria del Borussia Moenchengladbach. Lo svizzero è uno dei giocatori più importanti in scadenza di contratto a livello europeo, non a caso anche la Juventus lo ha cercato così come – soprattutto – la Premier League che senza dubbio può vantare una forza economica maggiore.

Calciomercato Roma, centrocampista cercasi: il borsino tra Grillitsch, Freuler e gli altri

calciomercato roma grillitsch
Florian Grillitsch © LaPresse

Ma la Roma non potrà comunque fare follie, per questo è a caccia di occasioni, senza bisogno di esborsi particolari. Poste le difficoltà per arrivare a Zakaria e il costo proibitivo di uno dei pallini di Pinto – Douglas Luiz dell’Aston Villa – nella lista dei papabili è entrato con prepotenza Florian Grillitsch. Austriaco dell’Hoffenheim, anche lui in scadenza 2022. È il nome forse più caldo in questo momento, lascerà i tedeschi in inverno e piace a diversi club. La Roma può avere più chances, Pinto ci sta lavorando. Un altro centrocampista tornato prepotentemente in auge è Remo Freuler dell’Atalanta. Stessa condizione contrattuale, ve ne abbiamo parlato su Calciomercato.it come interesse reale, ma difficilmente raggiungibile soprattutto in inverno e per l’opzione di rinnovo che l’Atalanta può esercitare nei prossimi giorni. In Portogallo si è parlato anche di Hector Herrera dell’Atletico Madrid, non è una novità.

Molto più complicata la pista Frattesi, esploso col Sassuolo e cresciuto proprio nella Roma, che mantiene il 30% sulla sua futura rivendita. Gli occhi delle big sono tanti, i costi pure, più probabile che comunque si muova in estate. Sta a Pinto tirare fuori il jolly, ma di certo un centrocampista serve come il pane. Anche perché Gonzalo Villar dovrebbe andare via, lo vogliono in Spagna (si parla di Elche e Celta Vigo), Mourinho non lo considera e la separazione sembra l’unica opzione. Dietro ci sono i giovani, Darboe rinnoverà ma va centellinato nella crescita. Il portoghese è rimasto piacevolmente colpito da Bove, potrebbe restare ma anche lui deve crescere con calma. Per questo c’è bisogno di un puntello affidabile e già pronto accanto a Veretout e Cristante.

calciomercato roma freuler
Freuler © LaPresse

Calciomercato Roma, Pinto guarda al terzino: tutti i nomi da Aarons a Henrichs

Il rinforzo servirà anche sulla fascia, Karsdorp non ha sostituti così come in realtà non li ha neanche Vina a livello pratico. Ma a sinistra – che sia a quattro o a cinque – Mourinho può cavarsela con El Shaarawy e Spinazzola, si spera il prima possibile. Calafiori ha avuto qualche problema fisico e non solo, in caso di possibilità non è escluso che parta magari in prestito. A proposito del terzino campione d’Europa, che in teoria potrebbe pure giocare a destra, difficile fare una previsione vera e propria sul suo ritorno. La Roma deve andarci piano, il giocatore scalpita ma l’infortunio è stato grave. Prima della seconda metà di febbraio sarà molto difficile rivederlo in campo, per questo Pinto deve comunque intervenire sulla destra. Vi abbiamo parlato di Max Aarons del Norwich, piace molto alla Roma che si è già mossa per chiederlo in prestito con diritto di riscatto.

calciomercato roma aarons
Aarons © LaPresse

Proposta rispedita al mittente, glli inglesi vogliono monetizzare, è un talento importante giovane e con un lungo contratto. L’impressione è che servirà uno sforzo importante (una ventina di milioni), difficile da ipotizzare a gennaio. Pinto sta sondando anche le piste italiane, si è parlato di Bereszynski della Sampdoria, sarebbe un colpo low cost per tamponare, un po’ come Stryger-Larsen, in scadenza anche lui e in rotta con l’Udinese. Da mesi la Roma segue anche Mazraoui dell’Ajax, che ha ancora pochi mesi di contratto ma ha pure costi parecchio importanti. Gli altri nomi sullo sfondo sono Henrichs del Lipsia e Pedersen del Feyenoord, in queste ore è spuntato anche Bouna Sarr del Bayern Monaco. Di sicuro andrà via Bryan Reynolds, il terzino americano mai considerato da Mourinho: l’ex Dallas ha estimatori, il Bruges si è rifatto vivo e c’è anche l’Hull City.

In attacco dovrebbe invece partire Borja Mayoral, la Fiorentina ci ha provato in estate e lo farà anche a gennaio ma in queste ore è spuntato anche il Crystal Palace. Chi lo vuole dovrà parlare in ogni caso anche con il Real Madrid che ne detiene il cartellino. Anche Carles Perez potrebbe andare via, verosimilmente per tornare in Spagna. Difficile però che la Roma decida di sostituire eventuali partenze in attacco. Per Pinto e i Friedkin sarà il mese della verità.