Napoli, addio Di Lorenzo: tutto sull’incontro Conte-Giuffredi | CM.IT

Giovanni Di Lorenzo chiede la cessione al Napoli, Antonio Conte vuole trattenerlo: oggi vertice con l’agente del calciatore, cos’è successo

Giornate calde a Napoli e per Antonio Conte. L’entusiasmo della città è alle stelle. I tifosi attendono ore il mister sotto l’hotel dove soggiorna. Pur consapevoli che possa non fermarsi. E così è stato nella seconda giornata napoletana dell’allenatore salentino.

Giovanni Di Lorenzo
Giovanni Di Lorenzo, terzino del Napoli e della Nazionale (LaPresse) Calciomercato.it

Al Parker ci sono tutti i collaboratori dello staff tecnico, compreso Lele Oriali. Nel corso della mattinata, però, lasciano quasi tutti l’edificio. Il coordinatore dell’equipe voluta da Antonio Conte, già suo collaboratore in Nazionale e all’Inter, è stato fino alle ore 12 in hotel per poi andare via. Poco dopo è arrivato anche Aurelio De Laurentiis. E dopo un paio d’ore, come registrato dalle immagini raccolte in esclusiva da Calciomercato.it, il presidente del Napoli ha lasciato che Conte e Manna continuassero a programmare il presente ed il futuro della squadra. Successivamente, senza farsi notare da stampa e tifosi, l’agente di Giovanni Di Lorenzo è entrato nella struttura per l’incontro in gran segreto con il direttore e il mister azzurro.

Antonio Conte e Giuffredi, faccia a faccia per Di Lorenzo

Mario Giuffredi, procuratore di Di Lorenzo, sta portando avanti una politica dettata dall’esigenza del calciatore: andare via dal Napoli. Il calciatore si è particolarmente irrigidito contro il club, perché non si è sentito protetto in diverse circostanze. Soprattutto, in un incontro faccia a faccia con Manna, è stato comunicato al capitano che se dovesse arrivare un’offerta congrua, questa sarà valutata e non rifiutata a prescindere. Nonostante la durata a lungo termine del contratto tra il Napoli e Di Lorenzo.

Hotel Parker di Napoli
Hotel Parker di Napoli, dove alloggia mister Conte (Calciomercato.it)

Antonio Conte, però, ha chiesto l’incedibilità del giocatore. C’è stato anche un contatto diretto tra le parti, ma senza risvolti positivi. Il mister e il direttore Manna stanno facendo di tutto per ricucire lo strappo e far cambiare idea al capitano Di Lorenzo. Così, oggi è avvenuto questo confronto con il procuratore del capitano azzurro, durato tutto il pomeriggio. Il mister ha ribadito la volontà di trattenere Giovanni. Fondamentale, centrale nel progetto azzurro; Giuffredi d’altro canto ha portato avanti la sua posizione nota: la cessione.

L’allenatore, poi, ha lasciato l’albergo alle ore 17:30- senza farsi beccare da stampa e tifosi, uscendo dalla struttura per una via secondaria -, a differenza di Mario Giuffredi che è rimasto in hotel per almeno un’altra ora con Giovanni Manna. Nessuna dichiarazione ufficiale rilasciata dalle parti. Resta la flebile speranza per la piazza partenopea che Di Lorenzo cambi idea. E che Conte sia una garanzia per convincere il capitano scudettato a restare. Altrimenti, sulle tracce del calciatore ci sono Inter e Juventus. Con i bianconeri leggermente in vantaggio: i rapporti tra Giuffredi e Giuntoli sono più che ottimi.

Impostazioni privacy