Calciomercato, parametro zero in Serie A: i giocatori in scadenza a giugno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:33

A giugno andranno in scadenza diversi giocatori della Serie A, permettendo alle società di calcio di aggiudicarsi un parametro zero per la prossima stagione

Calciomercato Juventus, ribaltone in attacco | Parte subito
Federico Cherubini e Pavel Nedved, direttore sportivo e vicepresidente della Juventus © LaPresse

Chiuso il calciomercato invernale si può iniziare a parlare nuovamente di… calciomercato. Dal primo febbraio tutti i giocatori in scadenza di contratto a giugno 2022 potranno accordarsi a parametro zero con un’altra società. Tra nomi eccellenti e giocatori che potrebbero ancora trovare un accordo con la loro attuale squadra, ecco come potrebbero andare a cambiare le squadre italiane in vista della prossima stagione, con dei passaggi che potrebbero essere clamorosi.

Calciomercato, le scadenze in casa Juventus

La Juventus è la squadra che dovrà operare con maggior attenzione in questi sei mesi per non perdere un tesoro importante. Partiamo dal caso Paulo Dybala, oramai noto a tutti: l’argentino non ha ancora trovato l’accordo con il rinnovo contrattuale e durante il mese di gennaio la pista sembra essersi molto raffreddata. L’attaccante non ha visto accontentate le sue richieste e Arrivabene non sembra intenzionato a giocare al rialzo.

Adesso l’attaccante ex Palermo, sempre discontinuo in bianconero, potrebbe trovare un’altra sistemazione: si è parlato dell’Inter, ma forse anche all’estero qualcuno potrebbe puntare sul 28enne argentino. Chissà che, invece, non sia la Juventus a voler trovare una soluzione, anche in previsione del fatto che Morata non verrà riscattato e servirà un supporto a Vlahovic l’anno prossimo.

Sempre in casa bianconera i casi da tenere d’occhio sono tre: Mattia De Sciglio potrebbe essere lasciato libero di guardarsi intorno, nonostante il ritorno a buoni livelli con Allegri in panchina. Il terzino potrebbe voler giocare di più, anche in vista del Mondiale in Qatar 2022. Situazione diversa per Bernardeschi, che invece potrebbe, alla fine, trovare l’accordo: la dirigenza non vuole spendere più i 4 milioni a stagione che hanno garantito all’ex Fiorentina fino a oggi, quindi servirà, da parte della mezzala, trovare un punto d’incontro. Chi dovrebbe essere sicuro del rinnovo è Cuadrado, che ha già chiarito di voler continuare a indossare la maglia bianconera: difficile pensare a una separazione. L’età non gioca a favore del colombiano, ma in assenza di un erede (che potrebbe essere Singo) è difficile lasciarlo andare.

Milan e Napoli: addi già segnati

Marotta e Zhang, amministratore delegato e presidente dell'Inter © LaPresse
Kessie © LaPresse

L’anno scorso il Milan ha perso Donnarumma e Chalanoglu a zero, con il primo andato al Paris Saint-Germain e il secondo all’Inter. Quest’anno potrebbe ritrovarsi dinanzi a un doppio sgambetto, di nuovo. Alessio Romagnoli è nel mirino della Juventus, che potrebbe dover sostituire Chiellini già in estate, salvo clamorosi dietrofont da parte del difensore, intenzionato comunque a disputare il mondiale in Qatar con l’Italia. Franck Kessie, invece, quasi sicuramente non rimarrà in rossonero: dopo i tanti tentativi e le parole d’amore lanciate dal centrocampista ex Atalanta durante la scorsa estate, la pista non si è mai più riaperta, con Maldini non intenzionato a cedere alle richieste dell’entourage. Sarà addio, come noto da tempo.

Così come è noto da tempo che sarà separazione anche tra Insigne e il Napoli: l’attaccante ha già firmato con il Toronto, dando il via a un nuovo capitolo della propria vita in MLS. Un accordo già annunciato anche dalla squadra canadese, che ha convinto l’attaccante partenopeo a salutare il Maradona, non senza qualche velata polemica nei confronti della società azzurra che non gli ha garantito quanto richiesto per restare alla corte di Spalletti.

Movimenti al vertice, tra Inter e Atalanta

CM.IT | Inter, c'è la firma di Gosens sul nuovo contratto | Attesa l'ufficialità
Robin Gosens © Calciomercato.it

Ai vertici c’è da tenere d’occhio la situazione in casa Inter. L’arrivo di Robin Gosens non dovrebbe escludere la permanenza di Ivan Perisic, ma non è da escludere che l’ex Bayern Monaco, a questo punto, possa guardarsi intorno. In scadenza con lui c’è anche Marcelo Brozovic, che però dovrebbe rinnovare senza alcun patema nelle prossime settimane. Il giocatore è diventato indispensabile per il gioco nerazzurro, affermandosi tanto con Conte che con Inzaghi tra i migliori nel suo ruolo: sarebbe una follia lasciarlo andare via a parametro zero, a fronte anche del fatto che molte big d’Europa potrebbero lanciarsi all’assalto.

Una situazione da tenere d’occhio è anche quella di Andrea Belotti: Cairo ha quasi ufficialmente annunciato che ci sarà la separazione in estate, aspetto che già lo scorso anno si sarebbe potuto concretizzare, salvo poi vedere qualsiasi trattativa arenarsi. Su di lui potrebbe esserci il Milan, ma per adesso nessun passo concreto, così come diventa difficile ipotizzare un passaggio in MLS anche per lui. Sponda Atalanta, infine, è da monitorare la situazione di Remo Freuler: il centrocampista piaceva alla Roma, ma il suo legame con la città di Bergamo dovrebbe vincere, a patto che Gasperini non abbia un ripensamento dell’ultimo momento.

Tra la capitale e altri parametro zero

lotito lazio muriqi calciomercato casale
Lotito © LaPresse

Compiendo un rapido salto anche nella capitale, la Roma lascerà quasi sicuramente andare Henrikh Mkhytaryan, fino a ora protagonista di una delle sue peggiori stagioni in carriera e spesso avulso alle tattiche di Mourinho. In casa Lazio, invece, oltre Strakosha, che non rinnoverà, e Marusic, si avvicina il rinnovo di Luiz Felipe: il difensore chiede 2,5 milioni di euro all’anno, ma Tare ne offre 2,1 più bonus. Tornato dallo stage in nazionale potrebbe arrivare la firma tanto attesa. A zero andrà via Filip Djuricic, con il Sassuolo che non offrirà il rinnovo contrattuale al trequartista ex Sampdoria, quest’anno fuori per infortunio da diversi mesi.