Calciomercato Inter, Eriksen può tornare in Premier | Ecco l’ostacolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:45
Christian Eriksen (Getty Images)

C’è sempre Eriksen al centro delle voci di calciomercato Inter. Il danese andrà via a gennaio, possibile un ritorno in Inghilterra a una condizione

Il malcontento di Eriksen è probabilmente aumentato con lo spezzone (l’ennesimo) che gli ha concesso Conte nel finale della sfida di Champions contro lo Shakhtar. Se l’addio era certo prima di questa sfida, decisiva in negativo per l’Inter, ora possiamo dire che è certissimo anche se non sarà facile per il club di viale della Liberazione trovare gli incastri giusti in un calciomercato complicato, ancor di più per il Covid, come quello di gennaio.

Il danese piace molto al Paris Saint-Germain, a diversi club tedeschi – al Bayern Monaco sarebbe già stato proposto la scorsa estate – e ovviamente in Premier dove ha lasciato un eccellente ricordo di sé grazie alle grandi stagioni disputate con la maglia del Tottenham. Stando al ‘Telegraph’, però, per tornare in Inghilterra dovrebbe acconsentire alla riduzione del suo stipendio, che esclusi i bonus tocca quota 7,5 milioni di euro netti.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, ‘assist’ di Pogba a Conte

Calciomercato Inter, Eriksen di nuovo in Premier: ‘problema’ stipendio

Eriksen (getty images)
Eriksen (getty images)

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Nel gennaio di un anno fa l’Inter ha potuto offrirgli tanto potendo sfruttare il famoso ‘Decreto Crescita‘, che consente alle società italiane di risparmiare sul lordo degli ingaggi. Questo Decreto non esiste in Inghilterra e nemmeno altrove, per questo motivo il classe ’92 di Middlefart andrebbe a costare di più alle società straniere, inglesi in primis.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Fiorentina, ESCLUSIVO: contatti con Llorente! Conferme su Cutrone

Su Eriksen sono segnalate Arsenal, che ha nel mirino Allegri (grande estimatore dell’ex ‘Spurs’), West Ham e Manchester United. Come vi abbiamo spiegato qui su Calciomercato.it, l’Inter preferirebbe naturalmente cederlo a titolo definitivo, a non meno però di circa 30 milioni di euro onde evitare una sanguinosa minusvalenza. Possibile pure uno scambio, con la possibilità di ipervalutare il cartellino (scambio con Paredes o Xhaka, per esempio), e in ultimo il semplice prestito che almeno darebbe modo a Suning di risparmiare i soldi dello stipendio del calciatore.