Altalena Pioli, tutto in una settimana: dalla permanenza al sostituto | CM.IT

Le ultime sul futuro della panchina del Milan: Stefano Pioli si gioca tutto in questi giorni, prima la Roma e poi il derby. Il punto sui possibili sostituti

Saranno giorni caldi per il Milan, che si gioca tutto tra giovedì e lunedì. La squadra di Stefano Pioli è, infatti, attesa a Roma per il ritorno dei Quarti di finale di Europa League e poi dal derby, che può assegnare lo Scudetto ai cugini.

Milan, il punto su Pioli e la panchina rossonera
Pioli (LaPresse) – Calciomercato.it

ServirĂ  così vincere per ribaltare l’uno a zero dell’andata e per non fallire tutti i grandi obiettivi. Come ha affermato Giorgio Furlani, la missione del Milan è quella di alzare al cielo un trofeo:  il 18 sera sapremo dunque se il Diavolo potrĂ  sperare di farlo ancora o se si dovrĂ  accontentare della qualificazione in Champions League.

A Pioli, però, arrivare nei primi quattro posti potrebbe non bastare. Ieri il mister ha incassato la fiducia del suo Ad, ma del futuro non c’è certezza. Qualificarsi in semifinale e rimandare la conquista del campionato da parte dell’Inter permetterebbe a Pioli di far soffiare nuovamente il vento a proprio favore, ma i conti si faranno alla fine.

Milan, futuro da scrivere: i nomi del dopo Pioli

Nel frattempo, però, continuano i rumors attorno ai possibili successori. Non è un segreto che il nome in cima alla lista dei desideri della proprietà, quando il mister di Parma è stato vicino a fare le valigie, è stato quello di Thiago Motta.

Milan, il punto su Pioli e la panchina rossonera
Pioli (LaPresse) – Calciomercato.it

L’ex centrocampista, però, sta prendendo un’altra strada, con la Juve sempre piĂą convinta di affidargli la panchina che oggi è di Allegri. Sullo sfondo resta Antonio Conte, il preferito dai tifosi, ma che convince poco la proprietĂ . E non è l’aspetto economico a preoccupare, bensì il profilo poco in linea con quello mostrato dal club in questi anni. Qualcuno evidentemente sarebbe chiamato a fare un passo indietro, ma all’interno del Milan c’è comunque chi gradirebbe particolarmente il suo arrivo.

Ma un eventuale sostituto di Stefano Pioli, qualora non dovesse essere confermato, può arrivare anche dall’estero. Fonseca e Lopetegui sono due nomi finiti in orbita rossonera, che vanno presi in considerazione, ma non convincono a pieno. Attenzione così ad altre soluzioni, come quella che porterebbe a Roberto De Zerbi, pronto ad una nuova avventura, ma piace anche ad altre squadre e c’è da fare i conti, inoltre, con una clausola rescissoria da 13 milioni di euro per liberarlo dal Brighton. Ultimamente il Milan, infine, sta guardando tanto in Germania e l’idea di affidarsi ad un tecnico di matrice tedesca non può essere esclusa. D’altronde in passato c’erano stati dei sondaggi con l’austriaco, ex Eintracht, Oliver Glasner, oggi al Crystal Palace. Ora potrebbe essere un’idea un mister come Marco Rose che tanto bene sa lavorare con i giovani. Non può essere scartato, infine, nemmeno l’inglese Graham Potter. Pochi giorni, dunque, e sapremo se la caccia al nuovo allenatore sarĂ  davvero aperta.

 

Impostazioni privacy