Pioli non si nasconde: “Conosco i rischi del mio mestiere”

Torna al successo il Milan di Pioli che, non senza fatica, supera di misura la Fiorentina con un rigore trasformato da Theo Hernandez

Il Milan ritrova i tre punti e il sorriso dopo gli scivoloni con Empoli e Lecce: un rigore trasformato da Theo Hernandez consente ai rossoneri di conquistare tre punti pesantissimi.

Stefano Pioli dopo Milan-Fiorentina
Stefano Pioli (LaPresse) – Calciomercato.it

Tre punti di platino quelli conquistati dal Milan nell’anticipo del sabato con la Fiorentina. Un successo arrivato con il rigore trasformato prima dell’intervallo da Theo Hernandez e anche grazie alle parate strepitose di Mike Maignan. Ma è stata anche la serata di Francesco Camarda, il più giovane calciatore a debuttare in Serie A: “Francesco ha talento e quella freschezza che magari a noi stasera mancava” ha commentato Pioli dopo aver fatto esordire in massima serie il giovane attaccante all’età di 15 anni.

“Per lui è stata un’esperienza emozionante e formativa per la sua crescita – ha aggiunto Pioli – Sappiamo che dovrà fare il suo percorso di piccoli passi, è un ragazzo che sa di aver talento ma umile e generoso e per questo motivo molto voluto bene da tutti”. Pioli è sicuro: “Sa che questo è solo un inizio e che dovrà costruirsi il suo futuro con impegno e dedizione tutti i giorni.

Milan-Fiorentina, le parole di Pioli a fine partita

Nelle scorse ore si era parlato di una partita delicata per il futuro di Pioli, il quale a fine gara ha ammesso: “Da quando faccio l’allenatore conosco i rischi del mio mestiere, so cosa vuol dire essere l’allenatore del Milan e non vincere una partita in campionato da un mese” ma allo stesso tempo il tecnico deve “provare sempre a preparare la prossima partita come la più importante e quella di martedì lo è”.

Stefano Pioli dopo Milan-Fiorentina
Stefano Pioli (LaPresse) – Calciomercato.it

Il Milan porta a casa il risultato, ma la prestazione lascia a desiderare. Secondo Pioli “stasera la testa non poteva essere quella di inizio stagione” ma “abbiamo fatto la partita giusta e sono convinto del fatto che la squadra abbia le qualità per far bene”. Il tecnico rossonero non ha dubbi “sull’unità del gruppo” ma ora  bisognerà “dare continuità a questa vittoria e ora l’attenzione è rivolta alla partita di martedì, dobbiamo battere il Borussia Dortmund per passare il girone di Champions League”.

Il Milan attende anche il miglior Chukwueze il quale “è arrivato dopo un’estate difficile, quando si stava riprendendo ha avuto un infortunio. Stasera mi è piaciuto, è un giocatore di qualità e da lui è lecito aspettarsi qualche gol e qualche assist. Sono soddisfatto ma sono convinto che crescerà, potrà darci tanto”.

E infine su Jovic: “Ha fatto una buona partita, è un peccato che non abbia segnato. Da lui voglio ancora qualcosa in più” perché “ha dei mezzi tecnici e fisici importanti, deve scattare qualcosa in lui”.

Impostazioni privacy