Prestazioni deludenti e fischi: l’Inter prepara la cessione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:12

In casa nerazzurra si ragiona già sull’addio a fine stagione se non addirittura a gennaio in caso di offerta congrua. Plusvalenza da 30 milioni

Prestazioni molto sottotono, ultima quella con la Juventus dove si è divorato un gol clamoroso, e qualche fischio al ‘Meazza’ nel match di ieri sera contro il Bologna. Tutto ciò potrebbe rendere meno dolorosa una cessione che, nei piani di Marotta e soci, è forse già in programma. A maggior ragione con il rinnovo di Skriniar, che il CEO nerazzurro è pronto a chiudere a breve.

Calciomercato Inter, Dumfries destinato all'addio: le ultime
Beppe Marotta ©LaPresse

Parliamo di Denzel Dumfries, uno di quelli finito sul banco degli imputati dopo il ko di Torino vista l’occasionissima da rete fallita in modo clamoroso allo scadere del primo tempo. Alcuni interisti se la sono legati al dito, fischiandolo ieri durante il match col Bologna ad ogni controllo di palla. Il pubblico di fede nerazzurra non lo hai davvero apprezzato fino in fondo, anche perché è ancora vivo il ricordo di Achraf Hakimi, giocatore sicuramente di un’altra categoria rispetto all’olandese che comunque nella prima stagione milanese ha fatto molto bene. Benissimo in rapporto ai soli 15 milioni bonus inclusi spesi per strapparlo al Psv Eindhoven e alla concorrenza inglese con l’Everton in testa.

Proprio dalla Premier sono attese offerte in grado di far vacillare il club di Suning, che per forza di cose ha meso il player trading come principale soluzione ai propri problemi di natura economico-finanziaria. Vendere un big, se non due serve a tirare avanti, in attesa di un vero compratore che, come per l’Udinese, dovrebbe arrivare dagli Stati Uniti.

Calciomercato Inter, Dumfries in Premier: plusvalenza da 30 milioni

Calciomercato Inter, Dumfries destinato all'addio: le ultime
Denzel Dumfries ©LaPresse

Sono almeno due, entrambi non a caso inglesi, i club che potrebbero provare a prendere Dumfries a fine stagione (quando a bilancio ‘peserà’ solo 7,2 milioni) se non addirittura già nel prossimo calciomercato di gennaio. Ovviamente il Chelsea, il quale già lo avrebbe voluto a giugno scorso nell’ambito dell’operazione Lukaku, e il Manchester United allenato da ten Hag, suo connazionale e profondo conoscitore visti i trascorsi in Eredivisie. Ma attenzione pure al Tottenham di Conte in caso di addio di Emerson Royal e al Newcastle. La dirigenza di viale della Liberazione valuta Dumfries sui 35-40 milioni di euro, avendo come intento la realizzazione di una plusvalenza di circa 30 milioni.