Rinnova per partire: non tradisce l’Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:23

Mentre l’Inter si appresta a tornare in campo dopo la pausa per le Nazionali, tiene banco un importante rinnovo di contratto

Finalmente, si torna in campo. Dopo quindici giorni dedicati agli impegni delle Nazionali, con l’Italia di Roberto Mancini che ha ottenuto il pass per le final four di Nations League, nel weekend ripartirà il campionato di Serie A.

Rinnova per partire: non tradisce l'Inter
Marotta, Ad dell’Inter ©️ LaPresse

E diverse sono le squadre attese al varco: in primis, la Juventus di Massimiliano Allegri, sconfitta a Monza nell’ultimo turno prima della sosta e in chiara ed evidente crisi di gioco e di risultati. Ma anche l’Inter di Simone Inzaghi non se la passa meglio. La sconfitta contro l’Udinese di Andrea Sottil, 3-1 il risultato finale, pesa come un macigno sull’allenatore nerazzurro. Ed è già il terzo ko in sole sette partite, dodici i punti conquistati negli altri match e settimo posto in classifica. Mentre la vetta, occupata dall’Atalanta e dal Napoli, è distante cinque lunghezze.

Sabato 1 ottobre, alle 18, allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ non arriva un avversario semplice: da Roma, ecco la squadra del mai dimenticato ex José Mourinho. E anche i giallorossi hanno bisogno di un risultato positivo dopo la sconfitta interna patita contro l’Atalanta. Dunque, moltissime variabili e una sfida tutt’altro che semplice aspetta i nerazzurri. Ma non si parla solo di calcio giocato, c’è anche il calciomercato e le vicende societarie che impazzano. Per quest’ultime, visto il rosso in bilancio da 140 milioni di euro, Suning dovrebbe immettere nelle casse 100 milioni per risanare e far respirare la società. Mentre per il rinnovo di contratto di Skriniar, la situazione vive una fase di stallo.

"Skriniar come Bremer": la sentenza di Rossi
Skriniar è in scadenza di contratto nel giugno prossimo ©️ LaPresse

“Skriniar come Bremer”: la sentenza di Rossi

Sull’argomento è intervenuto il giornalista, di conclamata fede nerazzurra, Gian Luca Rossi: “Non credo che Skriniar vada via a gennaio dall’Inter. Secondo me, firmerà il rinnovo con l’accordo che gli consentirà a fine stagione di essere ceduto al Paris Saint-Germain a cifre inferiori rispetto a quelle richieste nella sessione di mercato estiva – le sue parole a ‘Top Calcio 24’ – Non credo che lui voglia andare via a parametro zero dall’Inter, è una situazione alla Bremer per intenderci”.

La richiesta dell’entourage di Skriniar per rinnovare il contratto in scadenza il 30 giugno prossimo, si aggira sui 7.5 milioni di euro netti. Di contro, l’Inter, nella persona dell’amministratore delegato Beppe Marotta e del direttore sportivo Piero Ausilio, è pronta ad offrire 6 milioni, alla pari con gli altri big che compongono la rosa a disposizione di Simone Inzaghi. Da qui a dicembre, dovrà essere presa una decisione definitiva.