Intreccio Ronaldo: l’incontro manda il club su tutte le furie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46

Il futuro di Cristiano Ronaldo si infittisce sempre di più. CR7 non ha vissuto una stagione memorabile a Manchester e potrebbe anche lasciare dopo un anno. In Premier c’è stato anche un incontro ma da Old Trafford sono chiari

In un modo o nell’altro Cristiano Ronaldo riesce sempre e comunque a far parlare di se. CR7 aveva lasciato la Juventus in coda alla scorsa finestra di calciomercato estiva per tornare al suo Manchester United. Dopo un grande impatto iniziale qualcosa si è andato via via perdendo, e pur mantenendo buoni numeri complessivi dal punto di vista personale, l’annata dei ‘Red Devils’ si è conclusa addirittura fuori dalla zona Champions. Tra cambi di allenatori e la mancanza della sua competizione regina per il prossimo anno, il fenomeno di Funchal potrebbe anche cambiare aria ancora una volta questa estate.

Boehly del Chelsea incontra l'agente di Ronaldo
Cristiano Ronaldo © LaPresse

In Italia, ma non solo, nei giorni scorsi è stato fatto il nome della Roma di Josè Mourinho, connazionale ed anche lui assistito da Jorge Mendes, senza dimenticare che a livello economico la squadra che più di tutte potrebbe fare l’operazione è il PSG. Chiaramente nella capitale però non andrebbe ad ottenere quella partecipazione Champions tanto importante per lui, ma andrebbe in un campionato che già conosce e dove ha già fatto benissimo. Al netto della Roma, e delle voci dei giorni scorsi anche sul Bayern Monaco, dalla Premier League c’è chi potrebbe pensarci.

Calciomercato, il futuro di Ronaldo si infittisce: incontro col Chelsea e reazione United

Boehly del Chelsea incontra l'agente di Ronaldo
Ronaldo © LaPresse

In Inghilterra, secondo quanto sottolineato da ‘The Athletic’ l’agente di CR7, Jorge Mendes nel corso della scorsa settimana avrebbe avuto un primo incontro diretto con Todd Boehly, il nuovo proprietario del Chelsea. Secondo quanto però riportato dal ‘Mirror’ lo stesso Manchester United sarebbe furioso in merito a tali voci e fonti vicine ad Old Trafford hanno chiarito che Ronaldo non sta andando da nessun’altra parte e che ten Hag lo ha già incluso nei suoi piani per la prossima stagione.

Le ambizioni complessive del nuovo United passano anche e soprattutto dalla campagna acquisti che per ora non decolla, ma che potrebbe avere un ruolo anche nel destino di CR7. Ad infittire ulteriormente il quadro della situazione ci pensa poi un’altra ex squadra del portoghese come lo Sporting, che secondo il ‘Sun’ ha anche sondato il terreno per un clamoroso ritorno a 37 anni di Ronaldo che nella sua prima importante casa ha giocato 25 partite di campionato prima di firmare per lo United nel 2003. Un trasferimento che potrebbe anche far piacere a mamma Dolores.