Milan-Juve, sfida in campo e sul mercato | Intrecci tra Maldini e Cherubini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:30

Va di scena domani sera la sfida tra Juventus e Milan, una classica che potrebbe essere giocata per l’ultima volta da alcuni giocatori

Calciomercato, nuovo tridente da sogno | Il Milan risponde subito
Maldini ©️ LaPresse

Milan-Juventus non è solo la sfida di cartello della 23esima giornata di Serie A, ma anche il palcoscenico per dei possibili intrecci di calciomercato tra le due squadre. Tra giocatori in scadenza di contratto e occasioni da prendere al volo, le due società potrebbero approfittare del momento di incontro a San Siro per ragionare anche sulle future manovre di mercato. Così prenderebbero piede gli intrecci in vista dell’estate.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, annuncio sul rinnovo e sfida a Juventus e Inter

Colpo in difesa: Romagnoli a parametro zero

Milan, Bennacer torna dalla Coppa d'Africa - 20222001 - calciomercato.it
Alessio Romagnoli ©LaPresse

Il primo affare potrebbe concretizzarsi in difesa, con Alessio Romagnoli ancora orfano di un rinnovo contrattuale con i rossoneri. In scadenza il prossimo 30 giugno, il Milan ha proposto al centrale ex Sampdoria un prolungamento fino al 2026 a 3,5 milioni di euro a stagione, bonus inclusi, partendo da una base di 2,8 milioni fissi. L’entourage del giocatore ne chiede di più, provando ad arrivare almeno a 4,5 a stagione: in ogni caso meno dei 6 milioni percepiti attualmente.

LEGGI ANCHE >>> Vlahovic non basta, triplo scippo Juve | Assalto totale

Insomma, a ballare tra domanda e offerta c’è un milione di differenza, ma quel delta potrebbe essere decisivo per l’inserimento della Juventus. I bianconeri si dovranno preparare a svecchiare la retroguardia e accanto a Bonucci, De Ligt e Rugani potrebbe essere utile aggiungere Romagnoli, pur tenendo conto della disponibilità, spesso a mezzo servizio, di Chiellini. Quest’ultimo, d’altronde, potrebbe decidere di ritirarsi già quest’estate, nel caso – sciagurato – in cui l’Italia dovesse mancare l’appuntamento con Qatar 2022.

Da esubero a grande richiesto: Bernardeschi riflette

Bernardeschi, il pupillo di Allegri lascia la Juventus! | E' derby tra Inter e Milan
Allegri Bernardeschi © LaPresse

Chi è in scadenza di contratto in casa Juventus, oltre al ben noto Dybala, è Federico Bernardeschi. L’esterno ha ritrovato continuità e anche brillantezza con Allegri in panchina, diventando un trascinatore fondamentale per questa prima parte di stagione, soprattutto a fronte dell’assenza di Federico Chiesa. Dopo le problematiche con la tifoseria, adesso le sue giocate sono diventate il sale sulle vittorie bianconere, con tanto di standing ovation dello Stadium in JuventusCagliari.

LEGGI ANCHE >>> Tra Inter e Juventus si inserisce Mourinho | Irrompe la Roma

L’ex Fiorentina anela il rinnovo per continuare in bianconero e per scrollarsi di dosso la nomea di esubero, ma c’è da tener conto la volontà delle parti: la Vecchia Signora vorrebbe ridurre il consistente ingaggio del giocatore, che al momento percepisce 4 milioni all’anno, ma allo stesso tempo Bernardeschi vorrebbe assicurarsi un accordo sul lungo periodo. Classe ’94, prossimo ai 28 anni, è uno dei nodi da risolvere per la Juventus. Nel caso in cui, però, non vi dovesse essere un accordo ecco che il Milan potrebbe farsi avanti, per rimpinguare il reparto offensivo e aggiungere un buon dirimpettaio a Rafa Leao.

Il colpo impossibile in attacco

Calciomercato Milan, assalto a Leao e contromossa immediata
Rafael Leao ©️ LaPresse

Proprio su Rafa Leao nei mesi scorsi erano emersi dei rumors riguardanti un interessamento da parte della Juventus: un’idea che apparteneva, ai tempi, a Fabio Paratici. In diverse occasioni l’attuale dirigente del Tottenham aveva inviato gli scout a visionarlo ai tempi del Lille, salvo poi non affondare mai il colpo. L’affare sarebbe, alle cifre, proibitivo per i bianconeri, che stanno invece puntando forte su Vlahovic.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, offensiva totale per Vlahovic | Tutte le cifre

Obiettivo anche del Milan, adesso l’interesse sembrerebbe essere diventato molto più timido, soprattutto a fronte delle cifre richieste dalla Fiorentina. Il dietrofront dei rossoneri risale a mesi fa, facendo oramai crollare il sogno di sostituire Ibrahimovic, in scadenza di contratto, con il bomber serbo, che a questo punto potrebbe attendere la Juventus. Beffare, così, i rivali sul campo potrebbe essere una doppia soddisfazione per la dirigenza torinese.