Juventus-Udinese, Allegri: “Vi spiego il cambio di Kulusevski. Su Dybala…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:37

Massimiliano Allegri ha parlato al termine di Juventus-Udinese: commento su vari argomenti, tra cui Dybala e Kulusevski

Netta vittoria della Juventus contro l’Udinese. I bianconeri rifilano un 2-0 alla squadra di Cioffi e rialzano subito la testa dopo la deludente sconfitta contro l’Inter in Supercoppa. Il tecnico Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di ‘Dazn’ nel post partita per commentare il successo odierno.

Juventus Dybala Allegri Udinese Kulusevski
Allegri a Dazn

Le sue parole: “Nel primo tempo la squadra ha fatto bene, ha gestito bene la partita. Il secondo tempo siamo entrati in campo non benissimo, ci siamo rilassati. Paulo ci ha dato una mano, perché ha gestito bene alcune palle. Sono situazioni in cui dobbiamo migliorare: ora che non ci sono tifosi, bisogna stimolarsi altrimenti si esce dalla partita“.

KULUSEVSKI:Bocciatura? Aveva giocato settanta minuti a Milano, avendo cinque cambi ho preferito non bruciarmi un blocco dopo 15 minuti“.

LEGGI ANCHE>>> PAGELLE e TABELLINO Juventus-Udinese | Dybala illumina, male Bernardeschi

Juventus-Udinese, Allegri: “Nessun problema per Dybala, può avere tutti i vantaggi se li sa sfruttare”

Juventus Udinese Dybala Allegri Kulusevski
Dybala © LaPresse

DYBALA:Situazione tesa per lui? Non penso. Dico che Paulo è un grande giocatore, ha fatto un gol importante. In un momento di difficoltà della partita ci ha aiutato a gestirla. Ha qualità e in questa seconda parte di stagione ha tempo per fare gol importanti. Mancata esultanza? Non c’è nessuna situazione tesa. La società ha già detto con Arrivabene che il rinnovo si aspetta a marzo o aprile per vedere come va la stagione. Per Paulo non c’è nessun problema, anzi ci sono tutti i vantaggi se li sa sfruttare“.

LEGGI ANCHE>>> “Bel coraggio”: Dybala sotto attacco, lo sguardo non va giù

BENTANCUR:Ha fatto una grande partita, poi è uno che non si risparmia. Di gol ne ha fatti sempre poco, non ha l’inserimento. Avevo chiesto di stare più vicino ad Arthur visto che McKennie è iperoffensivo“.