Calciomercato Milan, spunta l’accordo irregolare: si rivolgono alla Fifa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:54

Calciomercato Milan, presunte irregolarità nell’accordo legato a un giocatore nel mirino dei rossoneri riaprono la possibilità dell’acquisto

Le due vittorie con Roma e Venezia, che hanno inaugurato il 2022 del Milan, tengono i rossoneri in scia all’Inter. Lotta scudetto sempre più nel vivo tra rossoneri e nerazzurri, Pioli sta ottenendo buone risposte dai suoi ma ne attende anche dal mercato.

Calciomercato Milan, spunta l'accordo irregolare | Assist ai rossoneri
Paolo Maldini © LaPresse

Il Diavolo è al lavoro per rinforzi importanti per il tecnico, da mettere a segno già in questa finestra di gennaio. In difesa, il preferito del Milan resta Sven Botman, con il Lille che continua a fare muro. I rossoneri, in alternativa, stanno vagliando anche altre piste. Un nome verrà preso, per ovviare alla lunga assenza di Simon Kjaer per infortunio, entro il 31 gennaio un centrale sarà dunque alla corte di Pioli. La dirigenza però si muove anche per operazioni in attacco e per quanto concerne una in particolare emergono interessanti novità.

Calciomercato Milan, il presidente del Nantes interpella la FIFA per Kolo Muani

Calciomercato Milan, spunta l'accordo irregolare | Assist ai rossoneri
Kolo Muani © LaPresse

Calciomercato.it vi ha raccontato dello scatto in avanti dell’Eintracht per Kolo Muani, attaccante del Nantes. Il profilo del giovane francese piace molto al Milan, il giocatore andrà in scadenza di contratto con il club gialloverde e i tedeschi sarebbero in pole per prelevarlo a parametro zero al termine della stagione. Ma il Nantes non ci sta e una mossa del suo presidente potrebbe rimescolare le carte.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, l’agente dell’attaccante in sede: la situazione

Come riportato da ‘Canal +’, infatti, il numero uno della società bretone, Waldemar Kita, sarebbe intenzionato a ricorrere alla FIFA. La sua idea sarebbe infatti che Kolo Muani si sarebbe già accordato con l’Eintracht in autunno, non rispettando dunque la data legale del primo gennaio. Uno scenario che se confermato potrebbe mandare all’aria il suo trasferimento, non ancora concluso ma che appariva vicino, in Germania e rimettere di fatto in gioco il Milan.