Milan-Roma, Mourinho sbotta: “Il Var non deve fare il fenomeno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:33

Jose Mourinho non le manda a dire al Var nel post partita, dopo la disfatta della sua Roma contro il Milan di Pioli a San Siro

Una serata assolutamente da dimenticare per la Roma di Jose Mourinho. Il Milan ha abbattuto 3-1 i capitolini, grazie ai gol di Giroud, Messias e Leao. Giallorossi non sul pezzo soprattutto dal punto di vista mentale, come dimostrano le espulsioni per doppia ammonizione di Karsdorp e Mancini, che salteranno quindi la Juventus.

Roma Mourinho Milan
Mourinho a Dazn

Lo Special One non ha reagito affatto bene alla gestione arbitrale, in particolare quella del Var. Lo ha fatto notare senza mezzi termini nel post partita ai microfoni di ‘Dazn’: “La mia squadra è stata sempre nella partita, col 2-1 anche di più fino al momento che Larsdorp è andato negli spogliatoi. Livello di qualità bassissima, abbiamo perso palla con una facilità tremenda. Per parlare di problemi tecnici, devo parlare anche dell’arbitro e del Var. Ancora non ho visto immagini dove si vede chiaramente che il primo su Abraham è rigore. Non si vede un contatto netto“.

Mourinho aggiunge: “Ho chiesto a Chiffi una clip dove si veda bene, perché i miei analisti non la trovano. Se tu valuti gli altri episodi come quello di Zaniolo, dove vedi la differenza? Gli arbitri mi devono qualche spiegazione, visuale. Se mi mandando le immagini sarò il primo a chiedere scusa. Vogliamo uniformità. Livello tecnico basso, ma con gli arbitri siamo sempre noi quelli sfortunati”.

LEGGI ANCHE>>> CMIT TV | Allegri e Mourinho ‘stroncati’: “Roma inesistente, Juve deludente”

Milan-Roma, Mourinho contro il Var: “Deve lasciar scorrere la partita, non fare il fenomeno”

Milan Roma Mourinho
Mourinho © LaPresse

VAR:Deve stare tranquillo, farsi un tè o bere una birra e lasciare andare la partita, senza fare il fenomeno. Invece ha chiamato Chiffi (sul tocco col braccio di Abraham, ndr), che non ha avuto la personalità adatta. Noi siamo piccoli. Non è una situazione chiara. Ma non posso nascondere che dal punto di vista tecnico abbiamo fatto una partita di livello molto basso”.

CLASSIFICA:Noi siamo dove la nostra qualità più tutti gli episodi arbitrali ci hanno portato. Controlli orientati sbagliati, uscite per il contropiede sbagliate, abbiamo sbagliato tanto tecnicamente. Ma non ho sentito problemi tecnici, bensì di mancanza di qualità che impedisce di avere un gioco superiore. Non capisco, però, il lavoro che hanno fatto Chiffi e Aureliano”.

LEGGI ANCHE>>> Pioli: “L’imprevisto è dietro l’angolo. Corsa all’Inter? Forse non sono stato chiaro”

JUVENTUS:Quando esco di qua e arrivo nel pullman o nell’aereo inizio già a pensare alla prossima. È dura per noi ovviamente. Cerchiamo di migliorare con questo mercato. Vediamo se è possibile finire qualche operazione prima della prossima partita”.