Calciomercato Juventus, la pioggia di milioni non basta | Loro non arrivano più

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:59

C’è un grande obiettivo per l’attacco della Juventus, che nelle prossime sessioni di calciomercato potrebbe reinvestire una parte dei 367 milioni di aumento di capitale

Pioggia di milioni sulla Juventus di Agnelli. Ieri è stato sottoscritto un nuovo aumento di capitale per i bianconeri, vessati economicamente da anni di spese ‘pazze’ (vedi Cristiano Ronaldo e Higuain) e dalla crisi causata dal Covid. I soldi ora ci sono ma, riporta ‘Tuttosport’, non tutti i quasi 400 milioni verranno investiti sul mercato.

Andrea Agnelli ©LaPresse

L’obiettivo societario sarà quello di porre dei limiti alle cifre per l’acquisto dei calciatori e per il pagamento dei loro ingaggi. Si preferirà inoltre puntare su giovani promesse, strategia già attuata nelle ultime sessioni. Per giocatori al di sotto dei 25 anni, aggiunge il quotidiano, il costo del cartellino, anche se fosse particolarmente oneroso, verrebbe approvato.

LEGGI ANCHE >>> Non solo Icardi: la Juventus può riportare il bomber in Serie A

Un esempio significativo è rappresentato da Dusan Vlahovic, campioncino della Fiorentina destinato a partire a fine stagione. Per lui la Juventus non sarebbe spaventata dalle ingenti cifre tra i 50 e i 60 milioni di euro cifre chieste da Commisso. I torinesi sono infatti consapevoli che il serbo potrebbe quantomeno raddoppiare il suo valore nel giro di pochi anni. Inoltre, non andrebbe ad appesantire in modo importante il monte ingaggi.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, addio Icardi | Sostituto da 25 milioni

Calciomercato Juventus, occhi su Vlahovic per l’attacco

Vlahovic
Vlahovic © LaPresse

In casa Juve sarebbe quindi finita l’era dei maxi ingaggi. L’intento sembra quello di non concedere più salari superiori ai 5 milioni netti o comunque nessuno sopra i 10. Si punta quindi sui giovani e, come già anticipato da Calciomercato.it, Vlahovic è un obiettivo primario per la prossima estate.

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Juventus, la Sampdoria si tira fuori: le ultime su Ranocchia

Questo non significa che i bianconeri non acquisteranno più giocatori vicino ai 30 anni. Qualora si puntasse su un trentenne, infatti, l’importante sarebbe non investire cifre ingenti come, per esempio, i 90 milioni di euro sborsati per Higuain. Inoltre, ai giocatori sopra i 25 anni dovrebbe essere offerto un ingaggio che rientri nella media generale stabilita dal club. Questi parametri sembrano quindi escludere futuri investimenti importanti per campioni vicini ai 30 anni come Mauro Icardi e Paul Pogba, costosi obiettivi seguiti ormai da anni.