Caso plusvalenze, parla Elkann: “La Juventus collabora con le indagini”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:25

Nel corso dell’Investor Day, John Elkann ha parlato delle indagini in corso sul caso plusvalenze: “La Juventus collabora, siamo fiduciosi”

Monta il caso plusvalenze per diverse società di Serie A, tra cui anche la ‘Vecchia Signora’. Una vicenda i cui sviluppi devono essere monitorati con costante attenzione.

Caso plusvalenze, parla Elkann: "La Juventus collabora con le indagini"
Andrea Agnelli e John Elkann ©LaPresse

Nella giornata di oggi è intervenuto sull’argomento anche John Elkann, nel corso dell’Investor Day il numero uno di Exor ha commentato l’indagine della Procura di Torino che coinvolge anche la Juventus. “Per quanto ci riguarda come Exor, sono fiducioso dell’operato della magistratura. La Juventus ha un nuovo cda, un nuovo ad e nuovo ds così come un nuovo allenatore”. Elkann, poi, ha aggiunto anche quali sono i piani per la società piemontese.

Caso plusvalenze, parla John Elkann: “La volontà è che la Juventus resti una grande società”

Agnelli ed Elkann
Andrea Agnelli e John Elkann © Getty Images

Parla John Elkann e tutti stanno ad ascoltare, perché il futuro della Juventus passa dalle sue decisioni. Riguardo all’indagine il numero uno di Exor ha dichiarato: “Stanno affrontando, loro con il presidente e il vicepresidente, un momento di difficoltà come ne capitano, e sono convinto che il futuro della Juventus sarà importante come la sua storia. È una grande società e c’è la volontà che resti tale”.

Inoltre, John Elkann ha parlato anche dell’operazione Cristiano Ronaldo: alcune carte riguardanti CR7 sono oggetto di accertamenti da parte della Guardia di Finanza. “È stata un’operazione importante per la Juventus. Sappiamo, però, anche che il contesto che la Juventus e il calcio hanno vissuto negli ultimi anni ha impattato sotto molti aspetti”. Infine, ancora una battuta sul momento dei bianconeri: “La storia della Juve è più che centenaria, nello sport è importante guardare la competitività. Si tratta di conciliare parametri sportivi ed economici”. L’ultima stoccata è al sistema calcio: “C’è poi una domanda a cui rispondere sul calcio, l’unico sport in cui il regolatore e il gestore sono un tutt’uno”.