Roma-Zorya, Mourinho: “Rosa corta, Pellegrini è infortunato e Zaniolo ha un problema. Ora ciclo terribile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:00

Jose Mourinho ha parlato in conferenza stampa dopo Roma-Zorya, rivelando a sorpresa le condizioni di giocatori come Pellegrini e Zaniolo, oltre a Karsdorp

Jose Mourinho porta a casa tre punti fondamentali nel girone di Conference League, centrando la qualificazione contro lo Zorya grazia al 4-0 di stasera. Eppure lo Special One ha più di qualche preoccupazione relativa al futuro e a qualche cambio di ruolo: “Mkhitaryan può giocare lì anche in futuro? Se prendiamo come modello stasera penso di sì. Come attaccante, giocatore di fascia o terzino alto dico no, per me è quella invece la sua posizione, ha giocato una grande partita”.

Roma Zorya Mourinho Zaniolo Pellegrini
Mourinho © LaPresse

Continua: “I giocatori devono adattarsi, per Perez è lo stesso, come attaccante e giocatore di fascia no, ma può giocare anche lì. Abbiamo giocatori tecnici, che vogliono la palla. In queste tre partite, Venezia compresa dove abbiamo creato tantissime opportunità. Sono contento del gioco, stiamo facendo un bel calcio”.

Sul modulo e il sacrificio degli attaccanti: “Se ci sono tanti giocatori offensivi in un modulo offensivo dove abbiamo solo tre difensori e giocatori con caratteristiche offensive anche a centrocampo, è importante avere un possesso palla alto. Quando non siamo in possesso è importante che tutti lavorino, Zaniolo e Abraham hanno fatto un bel lavoro in pressing, compattando la squadra. Karsdorp ed El Shaarawy hanno fatto anche loro tanto con e senza la palla, anche a Genova. E’ importante crescere come squadra con questo spirito”.

LEGGI ANCHE>>> Roma-Zorya, Mourinho: “Abraham farà più gol” | La richiesta su Zaniolo

Roma-Zorya, Mourinho: “Pellegrini infortunato, problema al polpaccio per Zaniolo”

Roma Mourinho Pellegrini Zaniolo Zorya
Mourinho © LaPresse

Poi Mourinho analizza la prossima col Torino e la mancanza di alternative in un ciclo ‘terribile’: “Ci sono delle possibilità che non avremo Cristante, è ancora una situazione incerta, e non avremo Veretout. Per la rosa che abbiamo dobbiamo adattarci in determinate posizioni. Vina ci sarà alla prossima e per noi è molto importante. Ora abbiamo un ciclo terribile dove giochiamo ogni tre giorni, il Torino poi Bologna e Inter. Sono tre partite di fila. Ovviamente la nostra rosa non è ricca come le altre squadre della parte alta della classifica e i giocatori devono fare questo tipo di sacrificio”.

LEGGI ANCHE>>> Zorya, Skrypnyk e Zahedi: “La Roma ha fatto la partita perfetta, ma abbiamo dato tutto”

Karsdorp molto in palla fisicamente, ma senza alternative, e poi la rivelazione su Pellegrini e Zaniolo: “Ha fatto una partita incredibile, se domani mattina avrò in mano tutti i dati del GPS, dei chilometri e dell’intensità, sicuramente mi spaventerò come sempre. Con una partita come quella di domenica ho motivo di spaventarmi. Ma è così, a poco a poco dobbiamo dare riposo a qualche giocatore, come oggi Ibanez che sta giocando sempre, Smalling che non è in condizione di giocare 90 minuti, Pellegrini (stasera in panchina, ndr) che è infortunato. E quando dico infortunato è infortunato. Con Karsdorp non è molto possibile questa cosa, oggi potevo magari mettere Missori, poi Zaniolo mi ha detto che aveva un problema al polpaccio. Se avessi potuto ne avrei cambiati 10 negli ultimi 15 minuti”.