CMIT TV | Juventus, Balzarini: “Rottura a centrocampo”. Da Vlahovic fino a Pogba

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:15

Nel corso del TG di Calciomercato.it alla CMIT TV è intervenuto il giornalista Gianni Balzarini, che ha fatto il punto sulla Juventus 

Gianni Balzarini, giornalista di ‘Mediaset’ è intervenuto oggi pomeriggio nel corso del nostro TG a CMIT TV partendo dalle ultime dichiarazioni di Raiola tra Pogba e de Ligt: “Non è ne un’apertura e ne una chiusura. Ha parlato di sogni perchè spesso al nome di Pogba viene abbinata la Juventus. Non ci vedo nulla di nuovo mentre molto più significativa è la risposta su de Ligt. Questo fa pensare che a maggio vengano tirate un po’ le somme. Pensando che i calciatori di Raiola difficilmente vanno oltre i 3/4 anni… la Juventus può essere considerata come una via di passaggio verso altre squadre”.

Balzarini a CMIT TV: da Pogba-Juve a Vlahovic e Ramsey
Balzarini a CMIT TV

VLAHOVIC –Vlahovic in entrata a gennaio la vedo durissima, ma anche a giugno. Devono architettare qualcosa di straordinario dal punto di vista economico. Qui con Vlahovic devi ragionare anche sul fatto che ha un altro anno di contratto. Se la valutazione di Commisso è di 80 milioni la Juventus fa fatica. Su Kulusevski sono più possibilista. Ha fatto notare che vorrebbe giocare di più. Quando lui sarà in grado di farci capire che giocatore è lo potremmo inquadrare meglio”.

Calciomercato Juventus, da Zakaria a Ramsey e McKennie: il punto sul centrocampo

Balzarini a CMIT TV: da Pogba-Juve a Vlahovic e Ramsey
Aaron Ramsey ©LaPresse

Balzarini ha quindi tracciato un quadro tra entrate ed uscite sul centrocampo a partire da Zakaria: “So che la Juventus sta puntando forte su Zakaria, anche perchè va in scadenza 2022. È un buon affare, 24enne. Devo dire che mi ha impressionato favorevolmente. Da struttura fisica e certe movenze mi ricorda un po il primo Pogba della Juventus anche se li eravamo su un altro livello. Non gli ho visto commettere un errore, anche perchè ha l’intelligenza di fare giocate molto semplici. Può dare qualcosa al centrocampo ma dipende dalle uscite. Penso che McKennie si possa muovere solo di fronte ad una grossa cifre. Ora corre in maniera ordinata e si è asciugato. Ha le credenziali per rimanere o per andarsene di fronte ad offerte importanti. Rabiot è legato eventualmente ad un’offerta di cui non si ha notizia di ufficiale quantomeno, qualche interessamento pare del Newcastle che sarebbe interessato anche all’acquisizione di Ramsey. Il nodo forte è questo, Ramsey ha rotto con la Juve. Immagino che il club abbia rotto con lui. I pochi minuti giocati dipendono dalle condizioni fisiche ma anche da questo tipo di rapporto, dalle dichiarazioni che ha fatto già la scorsa estate. È stato usato da quel momento col contagocce. Qualche estimatore ce l’ha e la Juve è disposta anche alla rescissione per lui. Il termine da abbinare alla rescissione è buonuscita“.