Castillejo-Tatarusanu, protagonisti a sorpresa | “Mai avuto dubbi”, Pioli li esalta in conferenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:12

Il tecnico del Milan Pioli è intervenuto in conferenza stampa al termine del match col Verona: parole al miele per Castillejo e Tatarusanu

Milan Verona Pioli Tatarusanu Castillejo
Pioli ©️ Getty Images

Il Milan nonostante le tante assenze vince contro il Verona, dopo essere stato sotto per 2 a 0. Decisivi gli ingressi in campo di Rade Krunic e Samu Castillejo. Mister Pioli, intervenuto in conferenza stampa, ha analizzato così il match di stasera: “Quando una squadra supera momenti difficili come questi vuol dire che credi tanto nelle tue qualità. Con una panchina completa puoi cambiare modulo e posizioni dei giocatori. L’organico è completo e questa vittoria lo dimostra. Abbiamo fatto un bel successo”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Testa al Porto – “Sappiamo che dovremmo avere un approccio diverso nel primo tempo ma ora siamo consapevoli delle nostre forze. Abbiamo poi macinato tanto gioco nel secondo tempo. Vincere aiuta a vincere ma dobbiamo analizzare i dettagli, che alla fine fanno la differenza. In Portogallo ci vorrà tanta lucidità e qualità”.

Ibra e Giroud – “Sono due campioni. È importantissimo averli recuperati. Quando Zlatan è in campo la sua presenza si sente. Mi auguro che entrambi possano tornare al 100%. Insieme? L’importante sarà che stiano bene, poi valuteremo partita per partita”.

LEGGI ANCHE>>> Milan-Verona, Pioli: “Non penso al primato. Sull’infortunio di Rebic…”

Rebic – “Spero che non sia nulla di grave perché è in una condizione psico-fisica ottimale. Quando giochiamo con lui punta abbiamo caratteristiche diverse da quando c’è Giroud o Ibra. È normale, l’importante è avere equilibrio”.

Tatarusanu – “Non ho mai avuto dubbi sulla sua professionalità e serietà. È apprezzato da tutti, da me, e sono contento che si sia fatto trovare pronto in una partita complicata”.

Castillejo – “Merita i complimenti. Non ha mai fatto mancare disponibilità a me e ai compagni. Pensa al bene della squadra pur sapendo di essere stato penalizzato dalle mie scelte, che è normale che io faccia. Si è fatto trovare pronto ed è questo il giusto atteggiamento”.