Inter, ecco perché l’affare Pjanic è complicato | Tutti i numeri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:15
Calciomercato Inter, ingaggio e cartellino: le cifre dell'affare Pjanic
Miralem Pjanic ©️ Getty Images

L’ex Juventus Miralem Pjanic, questa mattina è stato nuovamente accostato all’Inter: tutti i numeri dell’eventuale operazione col Barcellona

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube




Dopo l’indiscrezione lanciata nel mese scorso da ‘calciomercatoweb.it’, questa mattina il quotidiano ‘Sport’ è tornato a parlare di un’operazione ritorno per Miralem Pjanic. Il centrocampista bosniaco è, infatti, stato accostato nuovamente all’Inter, dove ritroverebbe l’amministratore delegato Beppe Marotta dopo l’esperienza comune alla Juventus. Sulle sue tracce ci sarebbe anche il Chelsea. Per il 31enne regista, la prima stagione con la maglia del Barcellona è stata decisamente insufficiente, l’allenatore Ronald Koeman lo ha spesso e volentieri relegato in panchina: solo 1265 i minuti giocati, spalmati su ventotto presenze. Per uno abituato ad essere il fulcro dalla sua squadra, davvero troppo poco. Arrivato l’estate scorsa per 60 milioni di euro, più 5 di bonus, con il conseguente passaggio di Arthur in bianconero, ci si aspettava, e si aspettava lo stesso Pjanic, davvero molto di più. E per l’ex Lione potrebbe profilarsi, appunto, un ritorno in Serie A.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, la frecciata: “Arthur-Pjanic uno degli errori più grandi del calcio”

[yotuwp type=”videos” id=”RTn4bOgvdeQ” ]

Calciomercato Inter, numeri e difficoltà dell’affare Pjanic

A parte la questione tecnica, con Pjanic che andrebbe a prendere il posto di Marcelo Brozovic, in scadenza di contratto nel 2022 e sul quale circolano voci che lo vogliono lontano dall’Inter, i problemi potrebbero emergere sul fronte economico per questa operazione. Come detto, lo scorso anno il Barcellona mise a bilancio l’acquisto del bosniaco dalla Juventus per 60 milioni di euro più 5 di bonus, ma appare decisamente complicato rientrare di tale cifra dopo un anno così travagliato. La valutazione è scesa sensibilmente, si aggira intorno ai 40 milioni, e l’eventuale operazione potrebbe andare in porto anche in prestito con diritto/obbligo di riscatto. Ma chi vorrà accaparrarsi le prestazioni dell’ex calciatore della Roma, dovrà accollarsi completamente anche l’ingaggio che attualmente percepisce in Catalogna, contratto fino al 2024, pari a 6.5 milioni di euro. E assicurare anche una cifra sostanziosa per il prestito, un po’ sullo stile di Morata tra Atletico Madrid e Juventus. Un’operazione totale, dunque, da circa 60 milioni: cifra decisamente impegnativa per un 31enne, alla luce anche delle recenti dichiarazioni del vice presidente dei nerazzurri, Javier Zanetti, che ha parlato di “gravi problemi finanziari”. Resta la suggestione, ma l’affare si preannuncia decisamente complicato.