Calciomercato Juventus, dietrofront a sorpresa | Le ultime dalla Spagna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:49
Calciomercato Juventus, dietrofront improvviso | Ecco perché
Fabio Paratici ©Getty Images

Il calciomercato Juventus resta uno degli argomenti più dibattuti, in Italia e all’estero, e un vero e proprio tormentone sta vivendo un nuovo capitolo

Quasi soporifera nel primo tempo della sfida di ieri sera contro lo Spezia, la Juventus ha sbloccato la partita grazie alla rete di Morata. Un ritorno al gol fondamentale per l’ex Real, che ha consentito ai bianconeri di ritrovare la vittoria dopo il pareggio di Verona. Un successo che non dirada del tutto le nubi attorno alla figura di Andrea Pirlo, il cui futuro verrà deciso solamente a fine stagione, con una lista di sostituti già delineata. Passando al calciomercato dei giocatori, ma rimanendo sempre in tema iberico, anche oggi dobbiamo registrare delle novità importanti provenienti dalla Spagna.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, tagliate fuori | Svolta nella corsa ad Haaland

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, parla l’agente di Alaba | Decisione rimandata, ma c’è una firma

Calciomercato Juventus, dietrofront Isco | Le ultime
Isco contro l’Atalanta ©Getty Images

Calciomercato Juventus, dietrofront Isco: ecco perché

Tra i migliori in campo nella partita di Champions contro l’AtalantaIsco resta un profilo molto seguito anche in Italia, dove Juventus Milan hanno monitorato la situazione con interesse. Scarsamente considerato da Zidane nella prima parte di stagione, il fantasista andaluso sta vivendo un periodo abbastanza soddisfacente, sia per minutaggio, sia per rendimento. Secondo ‘As’, se questo magic moment dovesse perdurare nel tempo, l’ex Malga potrebbe prendere in considerazione anche un clamoroso dietrofront, mettendo da parte i propri propositi d’addio in vista della prossima stagione.

Seguito anche in Inghilterra, il ventottenne di Benalmàdena ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e di recente si era addirittura parlato dell’ipotesi rescissione contrattuale per favorire il suo addio e liberarsi dall’ingaggio da circa 7 milioni di euro a stagione. Una soluzione, questa, auspicata anche dal Siviglia, individuata come una delle destinazioni più gradite al calciatore.