PAGELLE E TABELLINO INTER-FIORENTINA | Sanchez dà la svolta, non basta un immenso Ribery

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:44
Inter-Fiorentina, le pagelle di CM.IT (Getty Images)

Inter-Fiorentina è stato l’anticipo serale della seconda giornata di Serie A. Da Vidal e Lukaku a Ribery e Milenkovic, ecco le pagelle di Calciomercato.it

E’ pazza Inter al debutto in campionato. Al ‘Meazza’ i nerazzurri battono 4-3 alla Fiorentina in rimonta allo scadere, a un passo da una sconfitta che sarebbe stata anche meritata. Decisivi per la vittoria della squadra di Conte, gli ingressi di Hakimi e soprattutto Sanchez, soprattutto quello del cileno. Ecco le pagelle di Calciomercato.it.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Skriniar e Kante: Ausilio allo scoperto

Serie A, da Eriksen a Ribery: pagelle e tabellino di Inter-Fiorentina

Inter-Fiorentina, le pagelle di CM.IT (Getty Images)

INTER

Handanovic 6,5 – Esce bene su Kouame evitando il gol del possibile raddoppio viola.

D’Ambrosio 7 – Ribery gli fa venire il mal di testa costringendolo a non esporsi troppo in fase offensiva. Fa il 4-3, pesantissimo e che fa impennare il voto alla sua partita.

Bastoni 5,5 – Per la prima volta al centro della difesa a tre. Chiamato a sostituire lo squalificato de Vrij, qualche volta sbaglia a posizionarsi e manca ancora l’affiatamento con Kolarov.

Kolarov 3 – E’ il protagonista della dormita difensiva da cui nasce il momentaneo uno a zero di Kouame. In difficoltà enormi, vedi il gol del 3-2 di Chiesa. La combo con Perisic a sinistra devastante per l’Inter, in senso negativo.

Young 5,5 – Preferito a sorpresa ad Hakimi, incide pochissimo risultando prevedibile nelle giocate. Degno di nota, però, il salvataggio su Kouame a due metri dalla porta. Dal 65′ Hakimi 7 – Fa la differenza, come ci si aspettava. Subito un assist decisivo per Lukaku.

Barella 5 – Si fa subito ammonire per un brutto fallo, quanto ingenuo, a metà campo su Ribery. Tanta corsa come sempre, ma stasera poca testa. Dal 75′ Nainggolan 6,5 – Positivo, fa sentire la sua esperienza in un momento delicato

Brozovic 4,5 – La lampadina è spenta e fatica a correre all’indietro, punto di forza di un certo Kante… Sembra con la testa altrove. Dal 74′ Vidal 6 – Scalda i motori con un quarto d’ora da pazza Inter.

Perisic 5 – In crescendo, appare un po’ svogliato o comunque superficiale nel primo tempo. Nel secondo si divora un gol. Spaesato. Dal Triplete a un anonimo Inter-Fiorentina, nel ruolo di tornante: uno shock. Dal 78′ Sanchez 7,5 – Ingresso svolta per l’Inter. Decisivo per la vittoria finale

Eriksen 4,5 – Qualche lampo da giocatore hors catégorie, il resto è solo fumo. Conte non impazzisce per lui, ma lui fa poco, anzi pochissimo per conquistarlo. Un problema di difficile soluzione, l’unica è probabilmente la cessione. Dal 65′ Sensi 7 – Alza la qualità dando più sostanza di Eriksen.

Lukaku 6 – Uno come lui ha bisogno di un po’ di tempo per entrare in forma. Impacciato e nervoso, parte però da lui il contropiede che si conclude con il pari di Lautaro Martinez. Spreca due volte il pallone del 3-3, che poi realizza a quattro dal termine. Un gol pesante.

Lautaro Martinez 7 – Si procura il rigore, poi toltogli, segna il pari e quasi il parziale vantaggio. Sta bene sia con le gambe che con la testa, forse pure perché si è ‘rassegnato’ a restare…

All. Conte 5 – Spiazza tutti lasciando fuori Hakimi. Riparte col 3-4-1-2 con Eriksen titolare, per noi tornerà presto al 3-5-2 con Vidal imprescindibile ed Eriksen a faticare per una maglia da titolare. La difesa schierata stasera è molto molto discutibile e fa pasticci nel primo tempo. Squadra inconcludente e prevedibile, senza equilibrio. Si salva con i cambi, in particolare con quello di Sanchez. Più fortunato che bravo.

FIORENTINA

Dragowski 6,5 – Un paio di interventi decisivi. Portiere affidabile e sottovalutato

Milenkovic 6,5 – Annulla più che può Lukaku. Il ‘Meazza’ può diventare il suo stadio, intanto è indiscutibilmente uno dei più forti di questa Fiorentina.

Ceccherini 5,5 – Prestazione solida, fino al goffo autogol.

Caceres 6 – Dà esperienza al reparto, pur senza fare cose straordinarie.

Chiesa 7,5 – Tanto sacrificio in un ruolo che di certo non lo esalta ma che può farlo diventare un giocatore vero, importante e da big. A cui lui aspira da almeno due anni. La rete da tre punti è un premio alla grande prestazione. Dal 69′ Lirola 5 – Subito in grande affanno, come vice Chiesa servirebbe qualcosa di più

Bonaventura 6,5 – Serve l’assist, facile, a Kouame per l’uno a zero. Poi buone giocate, senza incantare. Deve crescere sul piano atletico. Dal 61′ Borja Valero 6 – Deve rincorrere e fa fatica, ma con l’esperienza si salva

Amrabat 5,5 – Al debutto da titolare con la maglia viola. Buon primo tempo, all’inizio del secondo va addosso a Milenkovic dando il là all’azione che termina con l’autorete di Ceccherini

Castrovilli 6 – Lo si vede poco, fino alla rete del 2-2. Da lui ci si attende un salto di qualità.

Biraghi 6,5 – Ritorno positivo, dà tutto vincendo il duello con l’ex compagno Young.

Kouame 7 – Mette la gara in discesa e lotta su tutti i palloni. Iachini può essere pienamente soddisfatto. Dal 61′ Vlahovic 5 – Si mangia il gol del ko.

Ribery 8 – Giocate illuminanti, assist e tanta classe, quella che gli ha permesso di fare una carriera incredibile. Una carriera ancora viva nonostante età e acciacchi, e stasera lo sa bene pure l’Inter… Dall’83’ Cutrone S.V.

All. Iachini 6 – Squadra concreta, a sua immagine e somiglianza. Butta all’ortiche i tre punti, magari con Ribery in campo il ribaltone non ci sarebbe stato…

Arbitro Calvarese 7 – Partita non complicata per un arbitro esperto come lui. Al Var prende la scelta giusta togliendo il rigore dato all’Inter qualche istante prima per il contatto Caceres-Lautaro Martinez.

TABELLINO

INTER-FIORENTINA 4-3
3′ Kouame, 46′ Lautaro Martinez, 52′ aut.Ceccherini, 56′ Castrovilli, 63′ Chiesa, 86′ Lukaku, 88′ D’Ambrosio

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, Bastoni, Kolarov; Young (65′ Hakimi), Barella (75′ Nainggolan), Brozovic (74′ Vidal), Perisic (78′ Sanchez); Eriksen (65′ Sensi); R. Lukaku, Lautaro Martinez. All.: Conte

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Caceres; Chiesa (68′ Lirola), Bonaventura (61′ Borja Valero), Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Kouamé (61′ Vlahovic), Ribery (83′ Cutrone). All.: Iachini

ARBITRO: Calvarese di Teramo

NOTE – Ammoniti: Barella, Ceccherini

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato Inter, i due motivi per cui Lautaro non andrà al Barcellona!

Inter, Cassano: “A Conte non piacciono giocatori di qualità”