Inter-Fiorentina, Conte: “Con Eriksen deve scoccare la scintilla”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:35
Inter coronavirus Skriniar Bastoni Conte
Antonio Conte @ Getty Images

Al termine di un pazzesco Inter-Fiorentina ha parlato Antonio Conte. Ecco le dichiarazioni del tecnico nerazzurro

L‘Inter di Antonio Conte batte la Fiorentina in rimonta. Il tecnico dei nerazzurri ha commentato – ai microfoni di ‘DAZN’ – il 4-3 di San Siro: “I tre punti sono importanti, però è giusto fare le esatte valutazioni. C’è un aspetto positivo: i quattro gol fatti, le tante situazioni per realizzare altre reti, Dragowski è stato molto bravo. La fase offensiva ha fatto bene, portavamo tanti uomini ad attaccare. Al tempo stesso non siamo stati così bravi a prepararci sulle loro ripartenze. I ragazzi sanno che dobbiamo migliorare: se si vogliono fare campionati importanti, l’equilibrio è essenziale”.

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mondo del calcio CLICCA QUI

L’allenatore nerazzurro ha poi continuato: “Vogliamo lavorare sull’aspetto difensivo pensando di difendere andando in avanti e non andare in braccio al portiere. Cerchiamo di portare pressione su chi ha la palla: c’è da migliorare, ma non dimentichiamo che eravamo in una situazione particolare con Bastoni alla sua prima da difensore centrale, Kolarov che faceva il suo esordio. E’ tutta la squadra che deve lavorare nella giusta maniera: siamo stati molto bravi nella fase offensiva, abbiamo attaccato con fin troppi uomini. I centrocampisti devono dare equilibrio: su alcune ripartenze dovevamo fare più attenzione”.

Inevitabile un commento su Eriksen: “Noi lavoriamo con Christian nella stessa maniera in cui lavoriamo con gli altri. Rispetto a quando è arrivato abbia aumentato un po’ i giri del motore. Sta giocando nella posizione sua, ideale: abbiamo giocato con il trequartista. Penso che abbia fatto una buona partita. Noi ci lavoriamo, sappiamo che ci sono delle qualità e cerchiamo di tirarle fuori: ha volte escono prima, altre volte si arriva un po’ più in ritardo. Ho fiducia, è un ragazzo per bene, si allena molto bene, si mette a disposizione della squadra. Magari spero possa scoccare una scintilla che provochi qualcosa di positivo”.

LEGGI ANCHE >>> Inter, ESCLUSIVO Cagni: “Eriksen non è giocatore da Conte”

Conte ha aggiunto: “L’anno scorso abbiamo acquistato credibilità arrivando secondi. Forse abbiamo raggiunto credibilità soprattutto a livello internazionale: tornare a fare una finale in Europa, significa riportare l’Inter sui liveli che gli compete. Dobbiamo continuare ad essere credibili e dare gioia ai tifosi. Oggi la squadra non ha mollato niente, ha mostrato cuore, orgoglio, voglio: di questo sono contento e orgoglioso”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

PAGELLE E TABELLINO INTER-FIORENTINA | Sanchez dà la svolta, non basta un immenso Ribery

Calciomercato Inter, i due motivi per cui Lautaro non andrà al Barcellona!