Inter-Shakhtar, Conte esulta e promette: “Vogliamo stupire in finale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:31
Inter Conte
Antonio Conte (Getty Images)

Conte, dopo che la sua Inter ha conquistato l’accesso alla finale di Europa League, ha dichiarato la propria soddisfazione: “Complimenti ai ragazzi”

Un assolo dell’Inter contro lo Shakhtar Donetsk è valso l’accesso alla prima finale europea in carriera per Antonio Conte. I nerazzurri hanno schiantato gli ucraini per 5-0: doppiette per Lukaku Lautaro. Una grande partita che ha suggellato l’ottimo cammino del club meneghino in Europa League e permette ai nerazzurri di raggiungere il Siviglia per la finale di Colonia il prossimo 21 agosto. Al termine dell’incontro Conte si è fermato a parlare ai microfoni di ‘Sky Sport’: ecco le dichiarazioni del tecnico salentino.

Shakhtar- “Bisogna dire ‘bravi’ ai ragazzi, perché hanno raggiunto la finale giocando contro una squadra che abbiamo reso meno forte, ma che rimane una squadra forte. Siamo stati bravi a farli correre, pressandoli a tutto campo e li abbiamo costretti a difendere, cosa che soffrono per caratteristiche. Sono molto soddisfatto, ma il merito va tutto ai giocatori”.

Finale- “La finale è una soddisfazione per tutti e per tanti ragazzi è la prima volta in questo tipo di partite. Siamo protagonisti in una competizione come l’Europa League dove mancavamo da anni. Ora ci aspetta il Siviglia, che ha vinto più volte la competizione negli ultimi anni, ma noi vogliamo stupire. Ora dobbiamo riposarci per poi dare una gioia ai nostri tifosi, i ragazzi stanno dando l’anima”.

Scontro con Marotta- “Oggi non mi va di tornare su alcune situazioni, in quel momento mi sentivo di dire certe cose. Poi a livello giornalistico e mediatico si cerca sempre di enfatizzare certe situazioni. Però so che bisogna passare per certi step se vogliamo raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati per l’Inter, io non sono una persona politica, ma parlo solamente in maniera costruttiva”.

Lavoro- “L’Inter è ripartita dal lavoro che abbiamo fatto durante tutto l’anno e nel post lockdown, io ci credevo fortemente che avremmo fatto un finale di stagione da protagonista in tutte le competizioni, sia in campionato che nelle coppe. Gli scivoloni in campionato sono stati inaspettati, ma li abbiamo superati. I ragazzi sono stati encomiabili. Abbiamo terminato il campionato ad 82 punti, uno in meno della Juventus e avendo tanti aspetti migliori della Juventus. Quando proponi lavoro di un certo tipo, con grande intensità, è inevitabile che puoi trovare il giocatore che sbuffa e ti gira le spalle. Ma se i giocatori sono intelligenti capisco e comprendono che è un’occasione di crescita sotto tutti i punti di vista”.

RM

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

PAGELLE E TABELLINO Inter-Shakhtar | Conte asfalta Castro, Lautaro torna a splendere

Calciomercato Inter, ESCLUSIVO: tutti i retroscena del caso Messi

Calciomercato Inter, occhi in Bundesliga: colpo per Conte