PAGELLE E TABELLINO GENOA-INTER 0-3 | Lukaku devastante, Eriksen convince a tratti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:24
Pagelle e tabellino Genoa-Inter (Getty Images)

Le pagelle di Calciomercato.it della sfida Genoa-Inter andata in scena al ‘Ferraris’ e valevole per la 36esima giornata del campionato di Serie A

L’Inter batte il Genoa con un netto 3-0 e torna al secondo posto. Determinante Romelu Lukaku, ma anche Sanchez subentrato nella ripresa per un poco convincente Lautaro Martinez. Benino Eriksen contro il giovane e da applausi Rovella, insieme a Pinamonti nota positiva di un ‘Grifone’ che non riesce a staccarsi dalla zona retrocessione.

LEGGI ANCHE >>> Genoa-Inter, Marotta: “Messi è fantacalcio. Penalizzati dai calendari”

Le pagelle di Genoa-Inter: Sanchez entra ed è decisivo

GENOA

Perin 6 – Incolpevole sul gol di Lukaku.

Goldaniga 5 – In continuo affanno, ma non solo per colpa sua. Autore di un recupero prezioso a fine partita su Lukaku

Romero 5,5 – Compie un intervento decisivo su Lautaro Martinez, nel complesso il meno peggio dei tre centrali.

Zapata 4,5 – Perde mestamente il duello aereo con Lukaku nell’azione del gol, ma anche quasi tutti gli altri sempre contro il belga.

Ankersen 4,5 – Prova negativa. Biraghi fa quello che vuole. Dal 75′ Ghiglione s.v.

Jagiello 6 – A un passo del gol su punizione. Uno dei pochissimi a crederci.

Behrami 5 – Come i suoi compagni di reparto, costretto a marcare ad uomo. Spesso in ritardo. Dal 58′ Schone 6,5 – Con lui, complice anche il calo dell’Inter, cresce la qualità del gioco.

Rovella 7 – Gioca con coraggio e personalità, come nella gara d’andata, in un ruolo chiave e delicato. Tiene bene Eriksen. Ha solo di 18 anni, ma non sembra… Dal 76′ Destro s.v.

Criscito 6,5 – Lotta e resiste, per sue fortuna trova davanti a sé uno sconclusionato Moses.

Favilli 6 – Chiamato a far la sponda e a far salire la squadra. Fa quello che può, ma è poco supportato dai compagni. Dal 70′ Pandev 6,5 – Fa sentire la sua esperienza

Pinamonti 6,5 – Come Favilli, fa il suo dovere e lotta su ogni pallone non mollando mai. Nell’ultimo quarto d’ora è pericoloso. Conte avrà apprezzato.

All. Nicola 5 – Squadra troppo scontata e piatta nel primo tempo, mentre nel secondo fa intravedere quantomeno un’anima. La salvezza resta tutta da conquistare.

INTER

Handanovic 6 – Mai impegnato.

Skriniar 5 – In affanno e involuto sul piano fisico. Dal 64′ D’Ambrosio

Ranocchia 5,5 – A metà ripresa commette un errore che poteva costare carissimo.

Godin 7 – Dalle sue parti non passa nessuno.

Moses 6,5 – Nel primo tempo ha lo spazio per sfondare ma spesso sbaglia i tempi o la giocata. Si riscatta nella ripresa servendo un grande assist per Lukaku non finalizzato e il pallone che Sanchez deposita in rete per il 2-0 finale

Brozovic 6,5 – Recupera tanti palloni e ne dispensa, bene, altrettanti. Fondamentale per Conte il suo recupero fisico e mentale.

Gagliardini 6 – Ormai intoccabile per Conte. Conferma positiva.

Biraghi 7 – L’opposto di Moses, imprendibile sulla fascia. Perfetto il cross per Lukaku.

Eriksen 6 – Nella ripresa anche vertice basso con Brozovic interno. Prestazione positiva, perlomeno nel primo tempo contro un Rovella indemoniato, poi il calo è vistoso. Dal 64′ Borja Valero 6 – Fa quel che può in una fase delicata.

Lukaku 8 – Determinante non solo per i gol, 29 in tutta la stagione. Sorregge un intero reparto.

Lautaro Martinez 5,5 – Va a sprazzi costringendo Lukaku a fare doppia fatica. Dal 64′ Sanchez 7 – Si conferma decisivo entrando a partita in corsa e mettendo in cassaforte il risultato. Ora Conte deve tifare Marotta sperando che riesca a trovare un accordo per la permanenza del cileno anche per tutta l’Europa League.

All. Conte 6,5 – E’ la solita Inter, bene nel primo tempo ma non la chiude calando e soffrendo nel secondo tempo. Indovina il tempo dell’ingresso di Sanchez per un Lautaro Martinez troppo a intermittenza.

Arbitro: Massa 6,5 – Non ha reso complicata una partita semplice da arbitrare.

TABELLINO

GENOA-INTER 0-3
33′ e 92′ Lukaku, 82′ Sanchez

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Romero, Zapata; Ankersen (75′ Ghiglione), Jagiello, Behrami (58′ Schone), Rovella (76′ Destro), Criscito; Favilli (70′ Pandev), Pinamonti. All.: Nicola

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Godin; Moses (83′ Candreva), Brozovic, Gagliardini, Biraghi (83′ Young); Eriksen (64′ Borja Valero); Lukaku, Lautaro Martinez (64′ Sanchez). All.: Conte

ARBITRO: Massa di Imperia

NOTE – Ammoniti: Criscito, Gagliardini, Romero, Ranocchia, Handanovic

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato Inter, ESCLUSIVO | Moses può restare in Serie A

Calciomercato Inter, Alaba tra rinnovo col Bayern e addio: le ultime di CM.IT