“Calendario folle”: le ragioni di Conte e il paradosso dell’Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:48

In ben cinque occasioni su sette, l’Inter è scesa in campo con giorni di riposo in meno rispetto ai diretti avversari. Il Napoli come i nerazzurri

Dopo il pareggio con la Roma, praticamente una sconfitta vista l’occasione sfumata di ridurre momentaneamente a 3 punti il distacco dalla Juventus capolista mettendole pressione in vista della gara di stasera con la Lazio, Antonio Conte è andato all’attacco definendo “folle”, “fatto apposta per danneggiarci”, il calendario dell’Inter.

LEGGI ANCHE >>> Roma-Inter, Conte: “C’è premeditazione nei nostri confronti, mi sto facendo delle domande”

Antonio Conte (Getty Images)

Calendario, Inter mai in condizioni di ‘vantaggio’: ma il bottino è positivo

Abbiamo sempre giocato contro avversari più riposati di noi“, ha aggiunto stizzito non poco il tecnico nerazzurro, a cui i fatti danno tuttavia ragione. Dal post lockdown, infatti, i nerazzurri non hanno mai disputato una gara partendo da una condizione di vantaggio, ovvero con più giorni di riposo alle spalle rispetto all’avversario. Solo due volte l’Inter è partita ‘alla pari’, contro Bologna e Verona, le altre cinque (contro Parma, Brescia, Torino, Spal, Roma) con meno riposo.

Come l’Inter anche il Napoli, mentre la Juventus (alla quale Conte mirava col suo attacco) è l’unica squadra a non aver mai giocato in condizioni di meno riposo. Per quanto riguarda l’Inter, concludendo, c’è però un paradosso: nelle cinque occasioni in cui è partita da una situazione di svantaggio in quanto a riposo, ha ottenuto ben quattro vittorie (contro Parma, Brescia, Torino e Spal) e un pareggio, quello di ieri con la Roma.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato Inter, big a centrocampo per Conte | Scambio con Mourinho

Calciomercato Roma, futuro Zaniolo | ‘Problema’ Fonseca