Caos Coppa Italia, big in rivolta | In campo con la Primavera!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:10
Coppa Italia
Coppa Italia (Getty Images)

Inter, Juventus e Milan irritate dal tour de force che assegnerebbe la Coppa Italia in tre giorni. Possibile provocazione dei nerazzurri: in campo con la formazione Primavera

Ieri il tanto atteso via libera alla ripresa del campionato, che partirà il prossimo 20 giugno. Il ritorno della Serie A potrebbe essere anticipato una settimana prima dalle due semifinali di ritorno della Coppa Italia (Juventus-Milan e Napoli-Inter), con la finalissima tra le vincenti che si giocherebbe il 17 giugno all’Olimpico. Una soluzione che avrebbe lasciato alquanto perplesse e irritate Juventus, Inter e Milan come scrive ‘La Gazzetta dello Sport’. Un forcing iniziale che non piace alle tre grandi, che in pochi giorni dopo un lunghissimo stop andrebbero a giocarsi subito un trofeo importante della stagione. 

LEGGI ANCHE >>> Serie A, ripresa il 20 giugno: doppia ipotesi per il calendario

Coppa Italia, niente supplementari: subito ai rigori

Il rigore di Cristiano Ronaldo in Milan-Juventus (Getty Images)

Decisione quindi contestata, con l’Inter in prima fila a guidare la protesta. Il club nerazzurro definirebbe sconcertante questa soluzione e potrebbe portare ad una provocazione: ovvero che la squadra di Conte si presenti con la formazione Primavera a Napoli per la sfida di ritorno. Una rabbia che sarebbe motivata anche dal fatto che l’Inter rischierebbe di giocare tre partite in una settimana se il campionato dovesse ripartire dai recuperi, con Lukaku e compagni che dovrebbero in quel caso ospitare la Sampdoria a ‘San Siro’. Anche Scaroni, presidente del Milan, nelle scorse ore ha definito “discutibile” la scelta di ripartire dalla Coppa Italia. 

La Lega, visto il tour de force a cui saranno subito sottoposte le semifinaliste, starebbe valutando la possibilità di abolire i tempi supplementari in caso di parità al 90′ e di andare direttamente ai rigori. Un nodo, quello della Coppa Italia, legato anche ai diritti tv con il Ministro Spadafora che vorrebbe ripartire da un evento trasmesso in chiaro per i tifosi (i diritti della competizione sono della RAI).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, Spadafora:”Giusto far ripartire, c’è piano B e C con nuovo stop” – VIDEO CM.IT