Caos a campionato finito: provvedimento UFFICIALE e incubo penalizzazione

La presa di posizione del Procuratore Federale non è tardata ad arrivare. Il deferimento ora è ufficiale: ecco cosa sta succedendo

Finale di stagione al cardiopalma. Non sono pochi, infatti, i colpi di scena che ‘rischiano’ di materializzarsi in campo, ma non solo. Diverse questioni giudiziarie ed economico-finanziarie non sono state ancora decise in tutti i loro aspetti. Ragion per cui un eventuale verdetto potrebbe irrimediabilmente rimescolare le carte in tavola, sovvertendo classifiche e rapporti di forza che sembravano consolidati.

Caos a campionato finito: provvedimento UFFICIALE e incubo penalizzazione
Logo FIGC (LaPresse) – Calciomercato.it

L’ultima mossa del Procuratore Federale, ad esempio, si colloca proprio in quest’ultima direzione. Una segnalazione della Covisoc, infatti, è tornata ad accendere riflettori importanti su diversi club italiani. Ci stiamo riferendo più nello specifico al Campionato di Serie C in cui militano l’Alessandria, il Brindisi e la Spal. Il Procuratore Federale, infatti, proprio a seguito dei una segnalazione della Covisoc, ha deciso di deferire al Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare i tre club sopracitati. Contestualmente, sono stati deferiti anche Andrea Molinaro per l’Alessandria, Mariachiara Rispoli per il Brindisi e Joseph Tacopina per la Spal.

Deferimento del Procuratore Federale in Serie C: così può cambiare tutto

Più nello specifico l’Alessandria è stato accusata di aver violato l’art. 6, comma 1 del Codice di Giustizia Sportiva. Andrea Molinaro, presidente del CDA e AD dell’Alessandria, è stato deferito per “per aver violato i doveri di lealtà, probità e correttezza, per non aver provveduto, entro il termine del 18 marzo 2024, al pagamento in favore di un tesserato degli emolumenti netti relativi alle mensilità di gennaio e febbraio 2024” e non solo.

Caos a campionato finito: provvedimento UFFICIALE e incubo penalizzazione
Logo FIGC (LaPresse) – Calciomercato.it

Mazzata anche per il Brindisi, deferito per violazione dell’art.6, comma 1 del C.G.S e dell’art.33 del C.G.S in relazione all’art. 85, lett. c), par. iv. Contestualmente, l’amministratrice unica del club salentino, Mariachiara Rispoli, è stata deferita per “non aver provveduto, entro il termine del 18 marzo 2024, al pagamento in favore dei tesserati degli emolumenti netti relativi alle mensilità di gennaio e febbraio 2024.”

Deferiti, infine, anche la Spal e il presidente del CDA nonché il rappresentante legale del club, Joseph Tacopina. Adesso l’attenzione è tutta rivolta a capire l’entità delle possibili sanzioni a carico dei club interessanti. Una maxi stangata non è da escludere a priori. Staremo a vedere cosa succederà.

Impostazioni privacy