Lazio-Empoli, Immobile sottotono ma l’Olimpico è dalla sua parte. E allo stadio c’è Martusciello

Immobile non particolarmente in palla, ma i tifosi sono dalla sua parte: il messaggio dell’Olimpico. E in tribuna spunta il vice di Sarri

Non una bellissima partita all’Olimpico tra Lazio ed Empoli, soprattutto per la squadra biancoceleste che gioca forse una delle partite peggiori sicuramente dell’era Tudor. Tanti giocatori mettono in campo una prestazione opaca, in particolare gli esterni e i centrocampisti, ma al pari degli attaccanti. Qualche buona combinazione ha portato Immobile davanti al portiere come ai vecchi tempi. Azioni che non si vedevano da un po’ di tempo, verticalizzazioni che però il capitano della Lazio non è riuscito a sfruttare. Molto spesso per un suo errore.

Immobile (LaPresse) – calciomercato.it

Tanti palloni persi per il numero 17 biancoceleste, anche nei duelli coi difensori che gli si sono letteralmente incollati per tutta la partita. Dopo il gol di Monza, non una grande partita per Immobile. Ma dopo qualche mugugno durante questa stagione, i tifosi della Lazio si sono dimostrati totalmente con lui. “Olè olè olè olè Ciro Ciro” è partito spesso anche dalla Sud, poi gli applausi quando passava dalle parti dei suoi tifosi. E poi alla sua uscita dal campo la conferma definitiva dell’affetto immutato nei confronti di Immobile: tutto quanto l’Olimpico lo ha infatti abbracciato con un fragoroso applauso. Nonostante una stagione non esaltante da 11 gol in 42 partite. Questi potrebbero essere i suoi ultimi minuti con questa maglia addosso, visto che ha ancora un anno di contratto ma il futuro resta ancora un rebus. Come vi abbiamo raccontato, lui si è proposto all’Inter di Simone Inzaghi, non ha vissuto una stagione serena a livello tecnico, fisico, di ambiente.

Anche con la gestione Sarri, che a proposito oggi era presente allo stadio. Non direttamente, ma nella persona del suo storico vice Giovanni Martusciello. Lui come il tecnico toscano è rimasto e rimarrà legatissimo ai colori biancocelesti, nell’ultima panchina prima di Tudor, a Frosinone, c’era proprio Martusciello a guidare. Tra l’altro per loro è una sfida da doppi ex quella tra Lazio ed Empoli.

Impostazioni privacy