Juve, Allegri: “Ho ancora un anno di contratto. Non ci hanno fatto giocare la Champions”

La Juventus arriva dal filotto peggiore della stagione, l’ultima vittoria risale alla trasferta di Lecce. Poi sono arrivati il pareggio contro l’Empoli, la sconfitta di San Siro contro l’Inter e un’altra disfatta contro l’Udinese in casa

Domani la ‘Signora’ sarà di scena a Verona, a sfidare l’Hellas che gravita nella parte bassa della graduatoria di Serie A con 19 punti. Ne ha parlato in conferenza stampa mister Massimiliano Allegri.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri – calciomercato.it

Trasferta importante, in un periodo complicato, spiega mister Massimiliano Allegri: “Non è un bel momento, la trasferta a Verona è sempre complicata. Baroni nelle condizioni di difficoltà un cui è sta facendo bene, basta vedere le gare con l’Inter, col Napoli e a Monza.. dovremmo fare attenzione ai dettagli”. Nonostante il momento difficile, Allegri non pare intenzionato a cambiare lo spartito della sua formazione: “Continueremo con le nostre certezze, non sono tre risultati che cambiano la stagione. Non abbiamo bisogno da cambiare, non sono state brutte prestazioni. Abbiamo pagato nei dettagli: palla inattiva, con Udinese e a Milano contro l’Inter. Dobbiamo fare maggiore attenzione, i particolari fanno vincere o perdere le partite”. E sulla gara del ‘Bentegodi’: “Fare risultato domani è molto impegnativo, più di altre volte. Abbiamo analizzato prestazioni e particolari: dobbiamo correre di più e metterci al pari degli altri”.

Inevitabile, come sempre, il passaggio sul reparto offensivo. Allegri recupera Dusan Vlahovic, ma non scioglie i dubbi sulla coppia titolare: “Vlahovic e Chiesa? Devo valutare. Federico sta trovando una condizione migliore, sarà importante per il finale di stagione. Avremo tutti a disposizione”. E sull’ipotesi di schierare sia Chiesa, sia Yildiz, spiega: “Più giocatori di qualità riuscirò a mettere in campo meglio è. Il calcio non è un’equazione matematica, serve equilibrio: bisogna valutare il momento e la condizione”.

Juventus, Allegri: “C’è la Coppa Italia e un percorso con la nuova dirigenza”

Prosegue la conferenza di Allegri, tra futuro in bianconero, Giuntoli, Manna e anche Antonio Conte. L’allenatore ribadisce il suo vincolo fino al 2025 e fissa gli obiettivi stagionali.

Juve su Thalys, il nuovo Endrick ha stregato l'Europa
Manna e Giuntoli (Lapresse) – calciomercato.it

Trofei? “E’ vero che la Juventus non vince da un po’ di tempo, ma personalmente non è frustante. Sono stato fortunato di allenare squadre forti e vincere nel corso degli anni. Quest’anno abbiamo la Coppa Italia ancora e un percorso iniziato con la nuova dirigenza. Non ci hanno fatto giocare la Champions e non per demeriti dei ragazzi, dal 2011 non siamo mai rimasti fuori dalla UCL. Alla base di tutto, la Juventus si è sempre garantita la partecipazione alla massima competizione europea”. Per poi aggiungere: sul proprio futuro: “Stiamo lavorando bene, l’importante è arrivare in fondo alla stagione. Ho ancora un anno di contratto“.

Sulla prossima stagione, Massimiliano Allegri è abbastanza convinto di rivedere la Juventus in Champions League e a tal proposito parla della dirigenza: “Abbiamo dirigenti come Manna e Giuntoli che faranno di tutto per rinforzare la squadra. Perchè il prossimo anno con la Champions ci saranno più partite”. A tal proposito, si parla anche dei due ultimi arrivati alla Continassa. Su Alcaraz: “Ha una capacità di apprendimento molto veloce. Sono contento di quello che sta facendo”. E su Djalò: “Viene da un infortunio e sta crescendo, potrà essere una risorsa utile da qui a fine stagione”.

Sullo sfondo, tra le voci sul futuro, c’è sempre anche Antonio Conte, che ha recentemente annunciato di voler tornare ad allenare. Cosa ne pensa Allegri del tecnico salentino e dell’opportunità di affrontarlo la prossima stagione?: “E’ un ottimo allenatore ma non so dove andrà. Io devo pensare alla stagione e centrare l’obiettivo principale”.

Impostazioni privacy