Torino, Juric via a giugno: parla Cairo

Urbano Cairo chiede di più al suo Torino, dopo due decimi posti consecutivi: ecco la rivelazione sul futuro di Ivan Juric

Alla Gazzetta Sports Awards organizzata a Napoli, a bordo della MSC Fantasia, Urbano Cairo si è lasciato andare ad alcune riflessioni importanti sul suo Torino e sul futuro del tecnico.

Ivan Juric
Ivan Juric, allenatore del Torino (LaPresse) Calciomercato.it

Il club granata ha appena agguantato il 10° posto in classifica battendo sorprendentemente e nettamente l’Atalanta, favorita nei pronostici prima della gara. Il Toro ha mantenuto un andamento piuttosto altalenante in questa stagione. Manca la costanza. Mancano soprattutto i gol. Ora che si è sbloccato Duvan Zapata, Juric spera di raddrizzare la propria stagione e quella dei suoi ragazzi, caratterizzata anche da alcune tensioni interne legate ai comportamenti di Radonjic, uno dei calciatori chiave di questa squadra.

Cairo avvisa Juric: “Questo Torino può fare meglio, abbiamo investito tanto”

Il futuro del mister serbo, però, passa attraverso i risultati. Come tutti gli allenatore d’altronde. Cairo sembra voler blindare Juric (in scadenza a giugno 2024), ma ai margini dell’evento napoletano, ha commentato così in merito al futuro del mister: “Juric è con me da due anni e mezzo, ha fatto due buoni campionati. Quest’anno secondo me ha una squadra che potrebbe fare anche un passo avanti, quindi migliorarci, avendo fatti investimenti importanti. Il mister sta facendo bene, stiamo giocando bene, abbiamo fatto una gran partita contro l’Atalanta“.

Urbano Cairo
Urbano Cairo e Ivan Juric, presidente e allenatore del Torino (LaPresse) Calciomercato.it

E poi il presidente del Torino ha continuato: “Sono soddisfatto e Juric ha la mia stima. Poi vedremo, per il futuro ci vedremo e ne parleremo per capire se dopo questi tre anni insieme si possa continuare ancora. Mi farebbe piacere, ma sarà fondamentale trovare una bella sintonia anche per il futuro”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Calciomercato.it (@calciomercatoit)

In effetti, il mercato del Toro è stato di un certo spessore. Sono arrivati volti nuovi, anche importanti come Duvan Zapata, Bellanova, Ilic ed è stato acquistato Vlasic dopo un anno di prestito. Insomma, ora Cairo si aspetta qualcosa di più del decimo posto conquistato l’anno passato (lo stesso del primo anno di Juric nella stagione 2021-22). La sottolineatura sugli investimenti importanti non è banale. Il sogno Conference, seppur difficile, non deve sembrare impossibile.

Impostazioni privacy