Juve, un Vlahovic pimpante mette nel mirino il Napoli: sfida tra ‘9’ con Osimhen

La Juventus mette nel mirino la sfida contro il Napoli. Ieri, al ‘JTC’ della Continassa i bianconeri si sono allenati davanti ai propri tifosi, circa 300, per scaldare i motori in vista del big match

Nella fredda Torino di inizio di dicembre, uno dei più pimpanti è apparso Dusan Vlahovic evidentemente intenzionato a lasciarsi alle spalle l’errore dal dischetto di Monza.

Dusan Vlahovic (LaPresse) – calciomercato.it

La Juventus è nuovamente seconda in classifica, dietro l’Inter. La vittoria di Monza allo scadere ha regalato due giorni in vetta ai bianconeri. La gara dello Stadio Maradona, tra azzurri e nerazzurri, ha restituito lo scettro della capolista alla compagine di Inzaghi. Proprio il Napoli sarà il prossimo avversario della ‘Signora’.

Venerdì sera a Torino arriverà il ‘nuovo’ Napoli di Mazzarri, in cerca di riscatto per tenere vive le speranze Scudetto. La Juventus, che ha recuperato Alex Sandro, si appresta a riabbracciare anche capitan Danilo. Ieri, nel corso dell’allenamento mattutino, uno dei più pimpanti è apparso Dusan Vlahovic.

Juventus, venerdì arriva il Napoli dell’MVP Osimhen e Vlahovic vuole riprendersi la scena

Big match all’Allianz Stadium venerdì sera. La Juventus per continuare a correre nelle zone alte, il Napoli per rientrare nella corsa Scudetto.

Victor Osimhen
Victor Osimhen premiato al Gran Galà (LaPresse) – calciomercato.it

Per Dusan Vlahovic sarà l’ennesima occasione per prendersi la Juventus. Dopo l’errore dagli 11 metri di Monza, l’attaccante serbo è tornato ad allenarsi con la voglia e la fame di chi vuole dare nuova continuità alla propria vena realizzativa. Il gol con l’Inter e gli elogi di Allegri, poi la parata di Di Gregorio.

Ieri, il ‘9’ è apparso carico e pimpante. Forse fin troppo, qualche scontro di gioco e verbale con Valdesi della Next Gen e Fagioli, responsabile di non aver dato seguito ad una azione come il ragazzo di Belgrado avrebbe voluto. Qualche scintilla sopra le righe, ma segnale di una voglia che c’è. A fine sessione, anche prove dal dischetto: cinque penalty, un errore. La tensione positiva va incanalata nella sfida contro gli azzurri, campioni d’Italia in carica.

Altro stimolo per Vlahovic può essere l’arrivo di Victor Osimhen sul terreno di gioco di casa. Il nigeriano, fresco vincitore del premio ‘Calciatore dell’anno 22/23‘ e inserito nella Top XI, può essere un rifermento per il serbo. La parabola di crescita del centravanti di Lagos dev’essere uno incentivo per il serbo. Osi ha messo a referto in 13 gare, sei gol e due assist in tutte le competizioni nel corso di questa stagione. Dusan, esulato da impegni europei, ha confezionato cinque marcature e una assistenza, in 12 apparizioni. Un andamento simile, per due bomber che sono stati fermati da acciacchi fisici. Quello che ha fatto il nigeriano lo scorso anno, però, è sotto gli occhi di tutti. Anche quelli di Vlahovic.

Impostazioni privacy