Tracollo Milan, Pioli rischia davvero: da Ibra a Conte, le possibili soluzioni

Il Milan perde contro il Borussia Dortmund e vede ridursi al lumicino le possibilità di qualificazione: Pioli in bilico, tutte le soluzioni 

Doveva essere la partita del rilancio, è stata quella del tracollo definitivo. Il Milan perde contro il Borussia Dortmund ed è con un piede e mezzo fuori dalla Champions League. I rossoneri devono vincere contro il Newcastle nell’ultima gara e sperare che il Psg perda contro i tedeschi.

Esonero Pioli, le possibili soluzioni
Stefano Pioli (LaPresse) – Calciomercato.it

Insomma, la squadra di Pioli non ha più tutto nelle sue mani e il tecnico sente ora scricchiolare davvero la sua panchina. Una squadra apparsa in evidente difficoltà, con una retroguardia – complici anche le tante defezioni – troppo vulnerabile ed un attacco sterile. Una situazione critica che potrebbe portare ad una soluzione fin qui non presa in considerazione: l’esonero di Pioli.

Uscire dalla Champions significherebbe fallire il primo traguardo stagionale ed allora la società potrebbe anche decidere di intervenire (forse già ora per giocarsi al meglio l’ultima remota possibile al più tardi dopo la trasferta inglese) e cambiare la guida tecnica.

Calciomercato Milan, Pioli in bilico: traghettatore o nuovo progetto, le soluzioni

Dopo la sconfitta di questa sera, tutte le soluzioni sono in campo. Dalla fiducia a tempo al tecnico, alla conferma fino al termine del campionato per poi dirsi addio, passando ovviamente per il ribaltone.

Anche Conte per il Milan
Conte (LaPresse) – Calciomercato.it

Nel caso in cui Pioli dovesse essere esonerato, per il Milan si aprirebbero due strade: quella del traghettatore per completare la stagione, lasciandosi poi mani libere per giugno, oppure iniziare fin da subito un nuovo progetto. Nel primo caso il nome caldo sarebbe quello di Abate, magari in coppia con Ibrahimovic, senza dimenticare un ex come Roberto Donadoni.

La seconda strada porta soprattutto al nome di Antonio Conte che però andrebbe convinto visto che il tecnico salentino non si smuove dal suo proposito di restare fermo fino al termine della stagione e non entrare in corsa. Conte, ma non solo perché Cardinale potrebbe anche vagliare soluzioni estere: ecco allora Potter, alla ricerca di riscatto dopo il fallimento al Chelsea, oppure Flick, fresco di addio alla Germania.

Tanti nomi, nessuna certezza: la sconfitta contro il Borussia apre scenari imprevisti, Pioli vede la sua panchina in bilico come non lo era mai stata finora.

Impostazioni privacy