Scamacca, che stoccata all’Inter: Inzaghi non la prenderà bene

Scamacca è un nuovo giocatore dell’Atalanta: il comunicato ufficiale della Dea. Tra le righe una stoccata all’Inter?

scamacca
Scamacca, che stoccata all’Inter: Inzaghi non la prenderà bene (LaPresse – Calciomercato.it)

Ormai è tutto fatto per il passatto di Gianluca Scamacca dal West Ham all’Atalanta. L’attaccante clase 1999 ormai può a tutti gli effetti considerarsi un nuovo giocatore della Dea, con il club bergamasco che ha diramato un comunicato ufficiale in cui comunica il successo della trattativa.

Dopo una sola stagione in Premier League, in cui ha avuto modo di segnare 8 reti in 27 presenze tra campionato e coppe, farà rientro in Italia dove andrà a giocare nel club di Gasperini. Tutto qui? Non sembrerebbe.

Tra le righe del comunicato diramato dall’Atalanta, infatti, ci hanno letto una possibile stoccata all’Inter che, non è un segreto, ha provato ad acquistare il ragazzo ex Sassuolo, ricevendo tuttavia una risposta negativa, una chiusura da parte del ragazzo.

Ecco le parole che hanno fatto crescere, per così dire, i ‘sospetti’ di una velata stoccata -ma nemmeno troppo- da parte della Dea nei confronti del club nerazzurro.

Scamacca all’Atalanta: il comunicato ufficiale

scamacca atalanta
Scamacca all’Atalanta (LaPresse – Calciomercato.it)

Il titolo del comunicato ufficiale della Dea in cui si annuncia l’acquisto a titolo definitivo di Scamacca lascia pochi dubbi: “Per tornare in Italia Scamacca ha scelto l’Atalanta!” Come a voler sottolineare la ferma volontà del ragazzo di trasferirsi in questa ambiziosa società che, non va dimenticato, anche l’anno prossimo giocherà l’Europa League.

Il comunicato stampa prosegue poi con un breve riassunto della carriera dell’attaccante che, nel suo ultimo anno nel massimo campionato italiano, ha messo a segno tra le fila dei neroverdi ben 16 reti.

Le cifre ufficiali dell’affare non sono ancora state diramate, tuttavia si parla di circa 25 milioni di Euro a cui si dovranno aggiungere 5 di bonus.

Impostazioni privacy