Roma, non mollano Zaniolo: Mourinho sfida il Milan

Il Tottenham è tornato alla carica per Zaniolo. Gli Spurs farebbero sul serio e i contatti tra Paratici e Pinto si sono intensificati 

Il 22 giallorosso è stato uno dei protagonisti nella vittoria inflitta per 1-0 proprio contro gli Spurs in Israele sabato scorso.

Roma, non mollano per Zaniolo: Mou sfida il Milan
Nicolò Zaniolo ©️ LaPresse

Mourinho non vorrebbe privarsene, ma se l’offerta da parte degli inglesi dovesse convincere il general manager Pinto, allora il gioiellino della Roma e della Nazionale italiana potrebbe essere ‘costretto’ a fare le valigie e a lasciare l’Italia. Per i giallorossi sarebbe la perdita di una pedina molto importante, ora che hanno trovato il tridente delle meraviglie con Abraham e Dybala. Zaniolo è nel mirino di Paratici da diverso tempo e il suo nome era ben leggibile nel famoso ‘pizzino’ dell’uomo mercato ai tempi della Juventus.

Nonostante le speranze della Roma di tenerlo e di consegnargli un nuovo contratto entro la fine dell’anno, il Tottenham sta continuando a spingere per un trasferimento. Per farlo partire, però, serviranno fra i 40 e i 50 milioni cash. C’è da aggiungere che la pista Premier League non entusiasma il giocatore.

Roma, duello col Milan per Tanganga
Tanganga in azione ©️ LaPresse

Calciomercato Roma, duello col Milan per Tanganga

I giallorossi – riporta ’90min.com’ – credono infatti che potrebbe essere un’opzione più economica rispetto a Eric Bailly del Manchester United. Japhet Tanganga è però anche uno degli obiettivi della dirigenza del Milan per mettere a punto la difesa. Il centrale inglese vuole lasciare il Tottenham per andare in un club che gli garantisca maggiori minuti. I rossoneri sono forti sul giocatore ma, nelle ultime ore, si sarebbe fatta avanti la Roma di José Mourinho.

Sono proprio i tabloid inglesi a rilanciare l’interesse dei giallorossi per Tanganga. Mourinho lo ha già avuto alle sue dipendenze nel corso della sua esperienza da allenatore degli Spurs. Lo Special One, tra l’altro, ha avuto modo di scambiare più di qualche parola col suo ex pupillo in occasione proprio della recente amichevole in Israele tra le due squadre e lo stesso vale per le due dirigenze. Il ventitreenne è sotto contratto con i londinesi fino al giugno del 2025, ma non viene ritenuto uno degli elementi irrinunciabili dall’allenatore Antonio Conte, aspetto questo che lo potrebbe spingere a cercarsi una nuova sistemazione. Per la Roma sarebbe una valida alternativa per una difesa che ha bisogno di rinforzi, se vuole competere con le big.