Rinnovo e clausola ridotta: per de Ligt ora cambia tutto

In casa Juventus tiene sempre banco il caso Matthijs de Ligt, su cui c’è il Bayern Monaco ma per il quale i bianconeri pensano ad un altro futuro. La situazione 

La Juventus si guarda intorno per il futuro della difesa, col caso de Ligt ancora apertissimo con il Bayern Monaco, anche dopo le parole del direttore sportivo dei bavaresi, Hasan Salihamidzic. Al momento la prima proposta, da 60 milioni di euro più 10 milioni di bonus, è stata rispedita al indietro e non è ritenuta sufficiente dal club di Agnelli, che prova a sbarrare la strada ai campioni di Germania.

De Ligt-Juventus, si cerca la firma fino al 2025
De Ligt © LaPresse

La Juventus non intende scendere al di sotto della propria richiesta economica, e complessivamente le strade intorno al difensore centrale dell’Olanda restano ancora da esplorare del tutto in un senso o nell’altro, con i bianconeri che hanno una strategia, al netto della caccia al potenziale erede.

Calciomercato, De Ligt-Juventus: si cerca la firma fino al 2025

De Ligt-Juventus, si cerca la firma fino al 2025
De Ligt © LaPresse

Il contratto di Matthijs de Ligt è attualmente in scadenza a giugno 2024 ed ha una clausola attualmente sui 120 milioni di euro, anche se non vanno esclusi colpi di scena. Secondo quanto riferito dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, in queste ore i dirigenti bianconeri si stanno muovendo su due strade parallele con da un lato la possibile caccia all’erede con anche Bremer nel mirino, e dall’altra l’ipotesi di un prolungamento. Cherubini e soci infatti si starebbero dando ad fare per provare a convincere Rafaela Pimenta e il calciatore a restare a Torino almeno un altro anno, andando anche a rinnovare il contratto fino al 2025.

Il Bayern pare aver chiaramente catturato l’attenzione di de Ligt con un quadriennale da 12 milioni di euro annui a fronte degli 11 attualmente percepiti a Torino dove potrebbero proporgli un aumento di un milione pareggiando di fatto l’offerta bavarese. Inoltre la Juve sembra disponibile a calare la clausola risolutiva da 120 a quota 90 milioni di euro, aprendo ad altre prospettive sull’olandese. Secondo quanto riferito da ‘La Stampa’ inoltre ci sarebbero 30 milioni di differenza col Bayern per il calciatore, e senza cessione niente assalto a Bremer nell’ottica di un potenziale erede.