Milan, il mercato è tutto in salita: le ‘spine’ di Maldini

Il Milan pronto a ufficializzare il rinnovo di Maldini e Massara, ma i due dirigenti dovranno risolvere diversi problemi sul mercato

Il Milan campione d’Italia è partito sul mercato con il freno a mano tirato, per diversi motivi. L’insediamento della nuova società e i rinnovi in bilico di Maldini e Massara hanno monopolizzato o quasi l’agenda e hanno rallentato i movimenti, sebbene i contatti per i colpi in entrata siano proseguiti. Ora, c’è da recuperare il terreno perduto, ma non sarà facile.

Milan, il mercato è tutto in salita: le 'spine' di Maldini
Massara e Maldini © LaPresse

Per Maldini, ci saranno da sciogliere nodi non facili, per regalare a Pioli una squadra in grado di confermarsi in Italia e di essere competitiva in Europa. Svariate situazioni complesse da districare, che mettono la sessione di trattative piuttosto in salita. Ieri, è arrivato in città Origi, primo colpo del nuovo Milan, ma ne serviranno altri.

Milan, da Asensio a De Ketelaere e Renato Sanches: quante difficoltà per gli acquisti, e non solo

Milan, il mercato è tutto in salita: le 'spine' di Maldini
Marco Asensio © LaPresse

Se sembra non particolarmente complicato arrivare ad Acerbi per rinforzare la difesa, per gli altri reparti la situazione è decisamente più intricata. Dopo aver perso Botman, può sfumare anche Renato Sanches dal Lille, se non si riuscirà ad imprimere una decisa accelerazione. Strada in salita anche per Ziyech, che può arrivare al Milan solo a certe condizioni. Sulla trequarti, per Asensio pesa non tanto il discorso del cartellino, quanto quello relativo al suo ingaggio. De Ketelaere resta l’obiettivo numero uno, ma il Bruges continua a chiedere 40 milioni di euro. Sul fronte ‘interno’, occhio poi al rinnovo molto delicato di Leao: c’è distanza tra le richieste di Mendes e la proposta rossonera. Tutti punti molto importanti, fondamentali per il Diavolo del futuro.