Tesoretto da 200 milioni e l’Inter trema: spesa folle per Barella

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:19

L’Inter è protagonista in questa fase del calciomercato, tra entrate e uscite. Attenzione anche al futuro di Nicolò Barella, pronta un’offerta altissima

L’Inter è alle prese con un calciomercato piuttosto complicato, con la necessità di concludere la sessione con almeno 60 milioni di attivo.

Tesoretto da 200 milioni e l'Inter trema: spesa folle per Barella
Barella © LaPresse

I nerazzurri sono ormai da tempo pronti a concretizzare diversi affari in entrata, con Paulo Dybala e Romelu Lukaku in prima linea per formare un trio da sogno con Lautaro Martinez. Non è, però, l’unico affare in piedi per i nerazzurri, dato che la Beneamata si dovrà concentrare anche sulle uscite per rispettare le esigenze di bilancio. E, in tal senso, uno dei nomi più caldi è quello di Milan Skriniar che è nel mirino sia del PSG che del Chelsea. Non solo, perché per diversi calciatori gli interessi da tutt’Europa non mancano. Uno di questi calciatori è Nicolò Barella.

Calciomercato Inter, ‘follia’ Liverpool per Barella

Tesoretto da 200 milioni e l'Inter trema: spesa folle per Barella
Barella © LaPresse

Il centrocampista sardo piace non poco a Jurgen Klopp che già diversi mesi fa aveva sottolineato pubblicamente quanto gli piaccia l’ex Cagliari. Un gradimento che si potrebbe trasformare in una vera e propria trattativa con l’Inter. Il Liverpool, infatti, ha un budget da 200 milioni da spendere sul calciomercato. Anche dopo l’arrivo a suon di milioni di Darwin Nunez, secondo quanto riporta ‘InterLive’, potrebbe concretizzarsi un assalto in piena regola all’Inter per Barella. I nerazzurri chiedono una cifra sugli 80-90 milioni di euro per il centrocampista e, visto il tesoretto a disposizione, non rappresenterebbe un problema per il Liverpool. Insomma, i Reds rappresentano un’opzione sul tavolo da cui l’Inter dovrà guardarsi nelle prossime settimane. Attenzione, però, al momento i nerazzurri vogliono assolutamente trattenere il calciatore e non ci sono segnali d’addio.