Attesa per le firme: al Milan non si può più aspettare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:27

Le firme non arrivano e i tifosi si spazientiscono ma il Milan è operativo e lo dimostra una settimana ricca di trattative

Sono giorni di attesa quelli che stanno vivendo i tifosi del Milan. L’annuncio ufficiale della firma sul contratto di Paolo Maldini non è ancora arrivato e i malumori sono evidenti: basta farsi un giro sui social per capire che c’è un pizzico di paura.

Attesa per le firme di Maldini e Massara
Gerry Cardinale ©Calciomercatoit

L’intervista, rilasciata a La Gazzetta dello Sport, aveva fatto temere il peggio, un divorzio dopo la conquista dello Scudetto ma l’arrivo di Gerry Cardinale aveva, riportato, poi, tutto al suo posto. Si aspettava così solo l’annuncio. Annuncio che a 12 giorni dalla scadenza del contratto non è arrivato.

Paolo Maldini, insieme chiaramente a Frederic Massara, sta, però, continuando a lavorare normalmente e dalle parti di Casa Milan c’è assoluta tranquillità. E’ stato lo stesso numero uno di Red Bird, d’altronde, a spazzare via ogni dubbio, con un’intervista al Financial Times, in cui svelava un incontro con Paolo Maldini, di cui nessuno sapeva nulla.

Gerry Cardinale sa che il suo Milan non può non ripartire da Paolo Maldini e non è un caso che sia stata la prima persona che ha incontrato.

Milan, Maldini e Massara a lavoro: una settimana di trattative

Attesa per le firme di Maldini e Massara
Paolo Maldini ©LaPresse

Il fatto che l’ex numero 3 e Massara siano totalmente dentro al loro lavoro, pensando al Milan del presente ma anche a quello del futuro, è sotto gli occhi di tutti: non vanno giornalmente a Casa Milan, o ad Ibiza insieme, per timbrare il cartellino.

Il Milan ha ultimato le trattative che porteranno ai riscatti di Alessandro Florenzi e Junior Messias, e ha continuato a dialogare con gli agenti di Sven Botman, Renato Sanches e Noa Lang.

La prossima settimana sarà finalmente la volta di Divock Origi, che sbarcherà a Milano per le visite mediche e per legarsi al Diavolo. L’immobilismo di cui è accusato il Milan è dunque solo apparente. E’ pure vero, però, che per alcune trattative, non si sta andando a dama, nonostante serva davvero l’ultimo sforzo. E’ evidente che le firme di Paolo Maldini e Frederic Massara sui loro contratti possono sbloccare il tutto, dando davvero il via alle danze, senza rischiare l’inserimento di altre squadre su calciatori ‘blindati’, che possono perdere la pazienza.

E’ quello che sta accadendo con Renato Sanches. Accordi trovati tra le parti ma senza il via a procedere, il Psg sta provando a beffare il Milan.

E’ lecito chiedersi – come fanno tutti i tifosi – perché non sono ancora arrivate le firme dei due dirigenti. Dalle parti di Casa Milan, come detto, non c’è alcun dubbio in merito al futuro in rossonero di Maldini e Massara ma è evidente che qualcosa manchi. Maldini ha chiesto pubblicamente di poter far quello step successivo per tornare grandi anche in Europa. Vuole assolute certezze in merito e soprattutto un rapporto più diretto con la proprietà. Pensare ad una rottura, oggi, è però davvero follia.