ESCLUSIVO | Il ritardo nel rinnovo di Maldini inguaia il Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:19

Maldini e Massara pronti a rinnovare il contratto con il Milan: si discute con Red Bird, ma la trattativa ‘allontana’ Noa Lang

Paolo Maldini e Ricky Massara continueranno, con ogni ragionevole certezza, ad essere gli uomini mercato del Milan. Il contratto dei due, come è noto, è in scadenza tra meno di due settimane.

Paolo Maldini
Paolo Maldini ©LaPresse

I due dirigenti rossoneri, al momento, sarebbero liberi il prossimo 30 giugno: la voglia, però, di andare avanti col Milan c’è. I contatti con la nuova proprietà sono costanti e continuativi. Red Bird e Gerry Cardinale sono assolutamente consapevoli che sarebbe un colpo durissimo andare avanti senza due pedine che hanno dimostrato il loro valore nella costruzione della rosa di Pioli come Maldini e Massara, con lo zenit della vittoria dello scudetto.

Secondo quanto appreso in esclusiva da Calciomercato.it, uno dei temi che rallenta il closing per il rinnovo è legato ai margini di autonomia, senza dover attendere eccessivi avalli e senza dover aspettare burocrazie finanziarie che rallentino le operazioni. Maldini e Massara vorrebbero avere la possibilità di muoversi, con un margine di operatività importante. Sul calciomercato, è necessaria velocità, in alcuni casi anche la giusta rapacità per non mettere in discussione determinate operazioni.

Calciomercato Milan, Maldini e Massara ed il ‘caso’ Noa Lang

Noa Lang
Noa Lang ©LaPresse

Quello che auspicano Maldini e Massara è la forza per non doversi trovare, sempre come appreso dalla nostra redazione, nel caso Noa Lang. Vi abbiamo anticipato come il calciatore (che oggi compie 23 anni) sia stato, praticamente, in pugno per il Milan. Le difficoltà a serrare un’operazione fatta portano a malumori che possono rimettere tutto in discussione. Ed è quello che sta accadendo con il calciatore di proprietà del Club Bruges.

Quella con il Milan è una frenata che comporta come conseguenza il fatto che ci possa essere l’inserimento di altri club più pronti a chiudere l’operazione. Noa Lang può rappresentare il paradigma delle richieste di Maldini e Massara. Non si tratta di questioni legate ai propri contratti, ma alla autonomia nell’operatività sul mercato del Milan per mantenere gli standard elevati mostrati nella stagione che ha portato lo scudetto.