Investcorp cambia tutto: dietrofront Milan, Inter tagliata fuori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:15

Mohammed Alardhi, numero uno di Investcorp, ha in mente altri piani per lo stadio di proprietà rispetto a quello attuale: sarebbe un dietrofront molto importante

Il Milan è in un momento delicatissimo, sia in campo che fuori. La sconfitta dell’Inter a Bologna, arrivata tre giorni dopo la vittoria nel recupero all’Olimpico contro la Lazio, ha messo i rossoneri in condizione di avere il destino nelle proprie mani. Per vincere lo scudetto basteranno tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro, a prescindere dai risultati di Inzaghi.

scaroni antonello milan inter nuovo stadio investcorp alardhi
Scaroni e Antonello © LaPresse

In un periodo così complicato a livello realizzativo, la squadra di Pioli è davvero vicina a un traguardo incredibile, ma deve tenere duro a partire dal prossimo scontro che sarà forse il più difficile, contro la Fiorentina reduce da una batosta casalinga con l’Udinese. Ma nel frattempo si sta giocando anche un altro campionato, probabilmente più importante e che si deciderà ancora prima. La trattativa per il passaggio di proprietà del Milan è arrivato in pratica alle battute finali. L’accordo con Elliott, si legge su ‘La Gazzetta dello Sport’, è in via di definizione e resta grande ottimismo con le firme attese per la seconda metà della prossima settimana. Più precisamente tra giovedì e venerdì. E per le cifre arrivano conferme sul miliardo e 180 milioni. Da attendere ci sono i tempi tecnici, come vi avevamo già raccontato nei giorni scorsi.

scaroni antonello milan inter nuovo stadio investcorp alardhi
Scaroni, Antonello, Gazidis, Marotta © LaPresse

Investcorp cambia tutto: vuole lo stadio solo di proprietà del Milan

Investcorp è ormai prontissimo a mettere a segno un colpo da capogiro, con il quale vuole assolutamente far tornare il Milan agli antichi splendori, quindi a essere vincente. La novità più importante è quella relativa allo stadio, progetto che in questi mesi i rossoneri hanno portato avanti insieme all’Inter per un impianto condiviso tra l’ipotesi ‘San Siro’ e un nuovo progetto. Mohammed Alardhi, numero uno di Investcorp, ha però in mente qualcosa di diverso. Secondo la rosea, infatti, l’intenzione è quella di costruire uno stadio in tempi brevi, ma interamente di proprietà del Milan. Questa è la grande novità: si parlerà prima con l’Inter nel progetto attuale, ma l’obiettivo primario è quello di un impianto, una casa non condivisa e interamente rossonera. E questo è un cambiamento decisamente importante.