Mourinho avverte dopo Leicester-Roma: “Io non sorrido”. Annuncio su Mkhitaryan

Jose Mourinho, tecnico della Roma, ha commentato nel post partita il pareggio contro il Leicester nella semifinale d’andata di Conference

Risultato certamente positivo. Il pareggio ottenuto dalla Roma contro il Leicester al King Power Stadium permette ai giallorossi di guardare con ottimismo al ritorno della semifinale di Conference League, che andrà il 5 maggio allo stadio Olimpico.

Roma Leicester Mourinho Mkhitaryan
Mourinho a Sky

Nel post partita, il tecnico Jose Mourinho ha commentato così l’1-1 dell’andata. Le sue parole ai microfoni di ‘Sky’, dapprima sul sempre più sorprendente Zalewski: “È importante per noi e anche una bella situazione. Parliamo di un ragazzino arrivato qui che aveva 9-10 anni e ora gioca in prima squadra”.

INTENSITÀ:A un certo punto abbiamo perso troppo palla. La squadra era sempre organizzata, finché abbiamo avuto le energie abbiamo giocato come volevamo. Dopo il blocco si è abbassato, la partita è stata difficile nel secondo tempo. Penso che tutti avrebbero firmato per decidere la sfida all’Olimpico e ora possono sorridere. Io, però, non sorrido, anche con tutti i nostri tifosi sarà difficile. Ora bisogna pensare al Bologna, abbiamo 4 partite e dipendiamo solo da noi. Dobbiamo dimenticare per tre giorni la semifinale”.

RITORNO:Adesso devo pensarci (ride, ndr)? Ora mi devo concentrare sul Bologna, non posso pensare se vinco o no la Conference. Loro sono una squadra di profondità già dai tempi di Ranieri. Ora hanno più costruzione di gioco. La panchina gli permette di fare tanti cambi. Avremo bisogno dell’emozione dei nostri tifosi, ma noi in campo dobbiamo avere molta testa. Se vinciamo siamo in finale”.

Leicester-Roma, Mourinho: “Io non sorrido, anche con tutti i tifosi al ritorno sarà difficile. Mkhitaryan? Notizie non buone”

Roma Leicester Mourinho Mkhitaryan
Mkhitaryan © LaPresse

CRESCITA PERSONALITÀ:Ho la fama di essere poco umile e devo essere d’accordo. Penso che qualche mese fa questa partita la perdevamo sicuramente. Abbiamo sofferto un gol che probabilmente potevamo non prendere, ma il risultato è accettabile. Giocheremo una finale a Roma, non a Tirana”.

Lo Special One, poi, ha parlato anche dell’infortunio di Mkhitaryan – ai microfoni di ‘Dazn’ -, che preoccupa non poco: “Come sta? Non lo so, ma per uscire da una gara di un livello come questo le notizie senza dubbie non sono buone“.